Nations League: Polonia-Italia 0-0

Nel gruppo 1 degli azzurri pareggio 0-0 anche tra Bosnia e Olanda

Italia e Polonia pareggiano 0-0 a Danzica, in un incontro della terza giornata di Nations League. Buone occasioni nel primo tempo per gli azzurri con Chiesa e Pellegrini, frutto di un gioco incisivo della squadra di Mancini ma meno efficace però nella finalizzazione. Nella ripresa stesso copione e ancora errori sottoporta, ma la prestazione degli azzurri è stata di buon livello, sporcata anche dalle brutte condizioni del terreno di gioco. In classifica gli azzurri sono primi a 5 punti, l'Olanda ne ha 4 come la Polonia e la Bosnia 1.

"La squadra questa sera ha giocato anche bene, purtroppo non siamo riusciti a trasformare in gol le occasioni fatte. Avremmo dovuto vincere con un paio di gol di scarto. Questo è il calcio, alle volte ti va anche male. Abbiamo spinto fino al novantunesimo, è tutto positivo tranne il risultato". Così Roberto Mancini, ct azzurro, nel dopopartita di Polonia-Italia. "Ci è mancato un po' di cinismo - dice ancora -, in un paio di occasioni potevamo tirare in porta invece abbiamo passato palla in mezzo. Devi essere cinico, tu domini le partite, rischi di prendere un contropiede e perdere". Inevitabile chiedergli un giudizio sugli attaccanti. "Belotti ha fatto bene, ha fatto quel che doveva fare - dice il tecnico azzurro -. Caputo negli ultimi quindici minuti... Così, avevamo lui e Ciro in panchina, avevamo bisogno di un centravanti fresco mercoledì. Ci manca un centravanti? Abbiamo fatto non so quanti gol, ora abbiamo fatto uno 0-0 e non è una cosa che ci preoccupa". Cosa pensa delle occasioni sprecate da Chiesa? "Purtroppo i gol si sbagliano, speriamo di non farlo mercoledì".

"Un ottimo risultato. E' mancato solo il gol anche se c'era un campo brutto per le nostre qualità. Abbiamo interpretato bene la partita, ci è mancato solo il gol". Così Francesco Acerbi, dai microfoni di RaiSport al termine di Polonia-Italia. Match nel quale il difensore si è disimpegnato molto bene su Lewandowski. "Lewandowski è un grandissimo attaccante, ma noi abbiamo fatto un'ottima partita". Sul campo insiste dicendo che "rimbalzava male il pallone, abbiamo cercato di fare il possibile per giocare come sappiamo". Ora bisogna battere l'Olanda per consolidare il primo posto. "Speriamo, perché quella orange un'ottima squadra - commenta Acerbi - e quando abbiamo vinto 1-0 abbiamo fatto un'ottima partita e dobbiamo ripeterla".

Giacomo Bonaventura, fantasista della Fiorentina, ha lasciato il ritiro della Nazionale azzurra, a Danzica, dove è in programma Polonia-Italia. Il giocatore rientra in Italia per la nascita del figlio Edoardo. "Da parte della Figc, di tutti i compagni e dello staff della Nazionale, gli auguri alla famiglia Bonaventura".
Intanto, l'Uefa ha reso noto il nome dell'arbitro per la partita Italia-Olanda, in programma mercoledì 14 ottobre, alle 20,45, a Bergamo, e valida per la 4/a giornata del Girone 1, Lega A, della Nations League. Il match è stato affidato alla direzione dell'inglese Anthony Taylor, che sarà assistito dai connazionali Gary Beswick e Adam Nunn. Il IV Uomo sarà Christopher Kavanagh.

Bosnia e Olanda pareggiano. L'Inghilterra batte il Belgio, vince anche la Croazia - E' finita 0-0 a Zenica la partita di Nations League tra Bosnia Erzegovina e Olanda, valida per la terza giornata del gruppo 1, quello degli azzurri. L'Olanda sale a 4 punti in classifica, al pari dell'Italia che gioca stasera in Polonia, mentre la Bosnia è a quota 2. Negli altri due incontri disputati, nel gruppo 2 l'Inghilterra ha sconfitto 2-1 il Belgio, mentre nel gruppo 3 la Croazia ha sconfitto la Svezia con lo stesso punteggio. A Wembley ha aperto le marcature Lukaku su rigore, ma gli inglesi hanno rimontato con Rashford, sempre su rigore, con Mount nella ripresa.


RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA




Modifica consenso Cookie