Visite mediche alla Fiorentina, poi allenamento facoltativo

In isolamento i 6 nuovi casi positivi. Ribery rientrato a Firenze

Giorno di visite di idoneità per i giocatori della Fiorentina in previsione della ripresa facoltativa degli allenamenti fissata per questo pomeriggio. In mattinata si sono presentati al Centro sportivo 'Davide Astori' Pulgar, Terzic, il capitano Pezzella (fra i tre giocatori risultati contagiati a marzo e guariti a inizio aprile dopo il secondo tampone); quindi, Benassi, Badelj e Castrovilli. Fra i presenti anche il responsabile sanitario del club Luca Pengue, pure lui colpito dal virus a marzo.

Dopo i test e i tamponi effettuati mercoledì, nel club viola sono risultati positivi altri tre giocatori e altrettanti componenti dello staff tecnico-sanitario, per i quali prosegue ora l'isolamento: tutti sono asintomatici e stanno bene; fra di loro, ha sottolineato il club, non c'è nessun recidivo.

La Fiorentina è stata una delle squadre di Serie A colpita dal virus: Vlahovic, Cutrone e Pezzella fra i giocatori, il medico sociale Luca Pengue, il fisioterapista Stefano Dainelli e altre sette persone fra staff e dipendenti del club.

Nel frattempo, ha fatti ritorno a Firenze Franck Ribéry, giunto con un aereo privato da Monaco di Baviera. L'attaccante francese è l'unico giocatore della Fiorentina ad essere stato all'estero in questo periodo di emergenza: partì ad inizio marzo, qualche giorno prima che scattasse la zona rossa in Italia.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA




Modifica consenso Cookie