Massimo Oddo in bilico, attesa a Pescara per la decisione

Dirigenza biancoazzurra ha bisogno di alcune ore per scegliere

Dopo una notte di riflessione, oggi si saprà se e come si separeranno le strade del Pescara e di Massimo Oddo. La dirigenza si è presa alcune ore per decidere. Non trova conferme ufficiali la notizia di dimissioni del tecnico che, come tutti i tesserati, ha disertato la sala stampa dello stadio Grande Torino. In realtà si starebbe, trovando la strada per una decisione consensuale fra le parti, considerando che Oddo ha un contatto con il Pescara in scadenza al 30 giugno 2019. Domani è previsto un faccia a faccia fra il presidente Daniele Sebastiani, il ds Luca Leone e lo stesso Oddo. Si fanno anche i nomi dei possibili sostituti. Fra questi figura quello di Luigi De Canio. Per il tecnico materano si tratterebbe di un ritorno in Abruzzo. Da non scartare anche una soluzione interna.

Aria pesante in casa biancazzurra al 91' della gara persa a Torino. Come comunicato dall'addetto stampa Massimo Mucciante, è stato adottato il silenzio stampa di tutti i tesserati. Revocati tutti i permessi ai giocatori che non hanno avuto il giorno libero e sono rientrati in città in serata. Ma la notizia è che la posizione del tecnico Massimo Oddo si è fatta molto difficile, con la società che starebbe anche pensando all'esonero del tecnico della promozione in A. "Stiamo riflettendo su cosa fare - ha detto il direttore sportivo biancazzurro Luca Leone, l'unico a parlare a Torino, dopo il silenzio stampa per i tesserati - ma al momento non ci sono novità. Oddo? Stiamo riflettendo, ma non chiedetemi di cosa è chi in particolare. Sono venuto a parlare anche per chiedere scusa ai tifosi per la prova della squadra soprattutto nel primo tempo. Faremo delle riflessioni, sulla posizione di tutti compresa la mia. Non è una situazione bella, non si possono giocare partite che dopo 20 minuti sono già finite". 


   

 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA




Modifica consenso Cookie