Platini, via le accuse di corruzione e falso: 'Ora sia fatta giustizia'

Il n.1 Uefa venerdì al Tas contro lo stop di 6 anni della Fifa

Le accuse di corruzione e falso a carico di Michel Platini sono state lasciate cadere dalla Commissione etica della Fifa, che lo scorso anno aveva chiesto per il n.1 dell'Uefa una sospensione a vita per la vicenda dei 2 milioni di franchi svizzeri ricevuti nel 2011 da Sepp Blatter come pagamento di consulenze risalenti al periodo 1999-2002. Platini era quindi stato sospeso per 6 anni con le accuse di conflitto d'interesse e slealtà. La stessa pena inflitta a Blatter. Entrambi hanno fatto ricorso al Tas, dove venerdì si terrà l'udienza per il francese.

Platini "Ora la verità e sia fatta giustizia"  - "Ora la verità e sia fatta giustizia": lo dice Michel Platini all'Ansa in vista della decisione del Tas sulla sua vicenda. "Mi impediscono di lavorare e di occuparmi del calcio. In realtà, mi hanno privato di tutto ciò che ha costruito la mia vita. Quindi io attendo con serenità e determinazione che si dica la verità e che sia fatta giustizia. Nel frattempo - conclude il presidente sospeso dell' Uefa - mi godrò la partita finale della fase di Champions League".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA




Modifica consenso Cookie