Atletica: Polonia, morta Irena Szewinska

Fu olimpionica e dominò scena per due decadi. 7 medaglie a Giochi

 L'atletica leggera perde una leggenda. E' morta ieri notte in ospedale a Varsavia, all'età di 72 anni, Irena Szewinska, vincitrice di 7 medaglie olimpiche di cui 3 d'oro (2 argenti e 2 bronzi). Nata a Leningrado da genitori polacchi di origine ebrea, si era trasferita da bambina, con tutta la famiglia, in Polonia dove poi ha sempre vissuto. Dominatrice della scena per 2 decadi, vinse il primo oro olimpico con la staffetta 4X100 a Tokyo 1964. Vinse poi i 200 a Città del Messico 1968 e i 400 a Montreal 1976. In tutto prese parte a cinque edizioni dei Giochi, dal 1964 al 1980, ed è stata l'unica atleta ad aver vinto medaglie olimpiche in 5 specialità diverse: 100 m, 200 m, 400 m, salto in lungo e staffetta 4ž100. A dare la notizia della sua scomparsa è stato il marito ed ex allenatore Janus Szewinski. Definita in patria "la più grande atleta della nostra storia", il Presidente polacco Andrzej Duda ha detto che "la scomparsa di Irena Szewinska lascia in tutti noi una profonda tristezza: è una perdita enorme".
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA




Modifica consenso Cookie