Bebe Vio: "Spero che la mia denuncia sia d'esempio per gli altri"

Atleta dopo minacce su Fb "Quando succede qualcosa ditelo"

 "Ho denunciato perché voglio sapere chi è questa persona, ma soprattutto perché può essere un esempio per le altre persone". Lo ha detto a Sky TG24 la campionessa paralimpica Bebe Vio, che recentemente è stata oggetto di minacce su una pagina Facebook e ha deciso di denunciare l'accaduto. "Sono parte delle Fiamme Oro del gruppo sportivo della Polizia e sia loro che il presidente del Cip Luca Pancalli mi hanno aiutato da subito, mi hanno detto dove andare - fa sapere la ventenne veneziana - Sono andata alla Polizia postale ed ho fatto denuncia. Quello che successo a me - ha proseguito - è veramente poco rispetto a quello che succede nel mondo dei social, a tante altre persone succede però non dicono nulla. Il mio messaggio è dire a tutti quanti: quando succede qualcosa ditelo, difendetevi, far finta di nulla è come accettarlo". Bebe aggiunge di aver appreso della notizia "mentre ero al sushi con i miei genitori, ci ha chiamato un giornalista dell'Ansa e in più mi ha chiamato il presidente Pancalli. In realtà sono molto fortunata perché sono parte delle Fiamme Oro del gruppo sportivo della Polizia e sia loro che il presidente Pancalli mi hanno aiutato da subito, mi hanno detto dove andare. Sono andata alla Polizia postale ed ho fatto denuncia". Bebe Vio sarà ospite questa sera del programma serale di Alessandro Cattelan.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA




Modifica consenso Cookie