Serie A: Cagliari-Crotone 4-2

Ospiti in 10 nella ripresa per l'espulsione dell'ex Cigarini

Seconda vittoria di fila per il Cagliari: la squadra di Di Francesco 'espugna' la Sardegna Arena - dove non aveva ancora vinto quest'anno - con gli esordienti del gol Lykogiannis e Sottil e con i soliti Simeone e Joao Pedro. Crotone sconfitto 4-2, ma a testa alta. Un passo indietro rispetto allo storico pareggio con la Juve: bene quando attacca, male quando si difende. Ma sempre in partita, anche dopo aver perso l'ex Cigarini a inizio ripresa per doppia ammonizione. Anche il Cagliari un po' così in difesa: i rossoblù sardi vanno meglio quando la palla ce l'hanno loro. Su tutti Joao Pedro: non ha sbagliato nessun pallone, ha confezionato l'assist per Simeone e realizzato il gol che ha chiuso la partita. Fondamentale il suo ritorno in posizione centrale dopo l'avvio di torneo sulla fascia sinistra nel 4-3-3 poi messo da parte da Di Francesco. Il riassunto della gara è tutto nel primo tempo quando le due squadre hanno fatto vedere alti (davanti) e bassi (dietro). Cagliari padrone del campo, ma solo per un quarto d'ora, ma senza tirare quasi mai in porta. Il Crotone fa solo finta di subire perché in realtà è pericoloso prima con Messias e poi con Simy. Alla terza, al 21', è gol: Reca supera Zappa sulla fascia e mette in mezzo rasoterra. Il resto lo fa Messias: anticipa Godin e infila di sinistro all'angolino. Per l'attaccante primo gol in A. La paura del Cagliari dura quattro minuti. Perché al 25' arriva il primo gol di Lykogiannis in serie A: perfetto (forte e preciso sotto il sette) il suo sinistro su punizione. E al 35' c'è pure il sorpasso con uno che invece segna sempre, Simeone. L'invenzione è di Joao Pedro con una palla filtrante per il compagno: il Cholito, solo davanti a Cordaz, non ha problemi. Al 38' due occasioni in un minuto per Simy fanno capire che il Crotone però morto non è. E al 43' arriva il pari: cross ancora da sinistra, Godin respinge, ma questa volta è Molina (primo gol in A) a inventarsi uno spettacolare destro al volo. Ma chi osa, in questa partita, vince. Basta attaccare: al 45' cross dal fondo di Zappa e colpo di testa vincente di Sottil. Anche per lui prima rete nella massima serie. La ripresa si apre con il secondo fallo da giallo - secondo l'arbitro- per Cigarini, ed il Crotone resta in dieci. Copione inevitabile: Cagliari che attende e riparte. Ma ospiti volenterosi e pericolosi anche in dieci: brividi per un retropassaggio di Rog e per un tiro da buona posizione di Rispoli. Clamorosa anche l'occasione di Simy (miracolo di Cragno): anche in inferiorità numerica bravo il Crotone a crederci sempre. Ma al 39' il Cagliari chiude tutto: testa di Pavoletti su corner, miracolo di Cordaz, gol di Joao Pedro primo annullato e poi convalidato grazie al Var. Per il brasiliano il premio per la migliore partita di questo campionato.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA




Modifica consenso Cookie