Calcio

RISULTATI Serie A, Roma-Milan 1-0. Spalletti pensa già a Juve, occasione irripetibile

Decide una rete di Nainggolan nel secondo tempo

Roma-batte Milan 1-0 LA CRONACA

 Anche il Milan alla fine deve inchinarsi alla legge dell'Olimpico. In casa la Roma sa solo vincere, e con l'1-0 firmato da Nainggolan centra l'ottavo successo interno in altrettante gare di campionato (9/o se si conta anche il derby con la Lazio) staccando i rossoneri al secondo posto in classifica. Ad attendere i giallorossi, sabato prossimo, ci sarà poi il confronto diretto con la Juventus capolista. "Col Milan abbiamo dimostrato carattere, e dovremo combattere anche a Torino. Sarà sicuramente una partita molto difficile, ma scenderemo in campo per vincere e poi vedremo come andrà a finire. Possiamo fare una bella prestazione, dobbiamo essere convinti e essere squadra come oggi - le parole del centrocampista belga, decisivo col suo sinistro da fuori area nel successo sul Milan -. Partite come questa lo scorso anno non le vincevamo, ora siamo sulla buona strada, bisogna crederci e continuare così". "Siamo stati bravi a portare a casa questa partita difficilissima contro un Milan forte, che resterà al tavolo delle grandi fino alla fine - spiega Spalletti a fine gara -. La Juve? Prima di tutto dobbiamo recuperare gli sforzi di questa sera, vedere cosa si è fatto Bruno Peres (rischia un lungo stop dopo aver lasciato il campo in lacrime per un trauma distorsivo alla caviglia sinistra, ndr), e poi mettere la squadra in condizione di essere equilibrata perché come concedi mezza situazione la Juve ti fa due gol". Per questo, sabato a Torino servirà una Roma al massimo: "Ci vuole tutto, ritmo alto soprattutto, non bisogna lasciargli il pallino, concedere spazi tra le linee. Se la temiamo? Sì perché quella bianconera è una grandissima squadra. Il cliente è scomodo ma l'occasione è fenomenale, diventa un'occasione irripetibile". Soddisfatto per la prestazione, e meno per il risultato, Vincenzo Montella. "Il Milan ha fatto una grande gara. Potevamo sbloccare il risultato col rigore (tirato da Niang e parato da Szczesny, ndr), non meritavamo la sconfitta ma siamo sulla strada giusta - sottolinea il tecnico -. Ho visto i ragazzi dispiaciuti, segno che vogliono andare avanti. Ci manca un po' di esperienza, il nostro cammino è lungo ma siamo a buon punto. Vogliamo tornare in Europa, è il nostro obiettivo". A confermare le parole di Montella il dato legato all'età media della squadra mandata in campo (23 anni e 343 giorni), la più giovane di questa Serie A.

 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA




Modifica consenso Cookie