ANSAcom

Microsoft: con Poste piano per digitalizzare il Paese

Del Fante, soluzioni evolute e nuove competenze per la ripresa

MILANO ANSAcom

'Ambizione Italia #DigitalRestart' è il piano di investimento quinquennale da 1,5 miliardi di dollari con cui Microsoft punta a digitalizzare l'Italia. Il progetto porterà il primo data center regionale nella penisola e espanderà la partnership con Poste Italiane. Il piano, salutato dal presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, come "un'ulteriore spinta alla trasformazione digitale del nostro Paese", punterà in particolare sull'accesso ai servizi cloud locali, avvierà nuovi progetti di competenze digitali e smart-working, con attenzione speciale per le piccole e medie imprese, per supportare l'innovazione e la crescita locali. "Rinnoviamo una partnership di lungo orizzonte che cade in un momento di emergenza nazionale in cui le piattaforme digitali hanno dimostrato concretamente la loro importanza", commenta l'amministratore delegato di Poste, Matteo Del Fante. "Proseguiranno il lavoro comune - è l'impegno di Del Fante - per offrire soluzioni sempre più evolute di pubblica utilità e nuove competenze tecnologiche per contribuire alla ripresa del Paese". Il nuovo piano, afferma il vicepresidente esecutivo e presidente Microsoft Global Sales, Marketing and Operations, Jean-Philippe Courtois, "supporterà coloro che lavorano in tutto il Paese per sostenere e ricostruire le imprese, esplorare nuove opportunità imprenditoriali e aiutare a risolvere alcune delle sfide più difficili del paese, soddisfacendo al contempo le esigenze fondamentali di sicurezza e conformità". Mentre la ministra dell'Innovazione, Paola Pisano, sottolinea come le tecnologie legate all'Intelligenza Artificiale siano "una vera e propria rivoluzione che abbiamo a portata di mano e su cui, come Paese, non solo non dobbiamo restare indietro, ma abbiamo il dovere di investire e giocare un ruolo da protagonisti". La rafforzata collaborazione con Poste parte dalla creazione di una "Piattaforma di ecosistema per le Pmi" per promuovere la trasformazione digitale delle aziende. "In pochi passaggi, le organizzazioni di piccole e medie dimensioni potranno dotarsi della tecnologia necessaria per gestire il loro business in digitale e crescere, raggiungendo nuovi mercati", si legge in una nota di Poste, grazie a servizi digitali innovativi e progetti di formazione sulle nuove competenze digitali. Inoltre, le due organizzazione svilupperanno una piattaforma nazionale di cloud ibrido pubblico-privato per facilitare al mondo delle aziende private e della Pubblica amministrazione percorsi di trasformazione digitale e di modernizzazione dei servizi pubblici. L'ultimo grande pilastro della strategia è relativo al processo di trasformazione digitale di Poste Italiane, che vedrà anche soluzioni di intelligenza artificiale, come chatbot per rispondere alle richieste dei clienti. Poste inoltre adotterà le piattaforme cloud di modern workplace per la collaborazione e la condivisione delle informazioni tra i suoi dipendenti con l'ambizione di "guidare il cambiamento culturale sul fronte dei nuovi modelli di lavoro", anche alla luce delle esigenze emerse con l'emergenza Covid-19.

In collaborazione con:
Poste Italiane

Archiviato in


Modifica consenso Cookie