Post-it

Sicurezza: col citofono intelligente nessuno suona invano

Alla Fiera di Milano va in scena Sicurezza 2017

Post-it

RHO-PERO (MILANO) - Il corriere che deve fare una consegna, il postino con la raccomandata, l'amico che passa di lì per un saluto e perfino il predicatore che vuole convincerti ad abbracciare il credo della sua setta. Suonate alla mia porta e avrete tutti una risposta, anche quando sono fuori casa, magari lontanissimo dall'altra parte del mondo. E' la magia del citofono intelligente, l'ultimo arrivato in quel processo di tendenze che vogliono la nostra casa costantemente sotto controllo.

A Sicurezza 2017, la rassegna specializzata del settore in corso alla Fiera di Milano, il citofono intelligente è proposto dalla Vimar, azienda veneta di Marostica con 1.100 dipendenti, l'unica del made in Italy finora ad avere messo a punto il sistema di "portiere a distanza". Da uno smartphone, con una applicazione, è infatti possibile avere il collegamento col videocitofono di casa tua e vedere e parlare da qualsiasi punto del pianeta con chi bussa alla tua porta. Evidenti i vantaggi: al corriere spiegherò che può lasciare il pacco al mio vicino Rossi, all'amico che se ha la pazienza di aspettarmi sarò di ritorno tra un quarto d'ora, e al predicatore che sono in India e che comunque non è il caso che si disturbi a tornare. In ogni caso, per altri tipi di esigenze, si può perfino dirottare la chiamata sul telefono di un familiare.

"C'è sempre più voglia di avere un controllo pressoché totale della nostra casa a distanza, e già esistono tante applicazioni che ci fanno vedere cosa fa il gatto in salotto, accendono e spengono luci, alzano e abbassano tapparelle, predispongono la temperatura più adatta - spiega Paolo Lorenzi responsabile delle vendite dell'azienda vicentina -. Il servizio di portineria mancava e noi l'abbiamo realizzato". I costi per installarlo in una casa singola o in un condominio il videocitofono intelligente non sono peraltro proibitivi: Se è possibile riqualificare quello già esistente si arriva a circa 400 euro, altrimenti, per sostituire completamente l'impianto si spenderanno 600 euro per ogni condomino. Le condizioni per farlo funzionare sono minime: occorre avere Internet in casa col wifi e campo per il cellulare.

Archiviato in


Modifica consenso Cookie