Gentiloni: 'Per il terremoto stanzieremo altri miliardi'

Il premier: 'Per l'urgentissimo nel Cdm abbiamo stanziato 30 mln, ma servirà ben altro per la ricostruzione'

"Oggi abbiamo fatto l'urgentissimo" con lo stanziamento di 30 milioni per "le richieste pervenute in questi due giorni, soprattutto per la pulizia delle strade. E' chiaro che servirà ben altro. Quattro miliardi sono stati già stanziati: serviranno altri miliardi per l'emergenza e la ricostruzione". Lo dice il premier Paolo Gentiloni in un'intervista al Tg1.

"Sono convinto che l'Europa capirà l'eccezionalità della situazione", ha affermato il premier a proposito dello scomputo delle spese per il terremoto dal Patto di stabilità. "L'Europa - ha ricordato Gentiloni - consente in circostanze eccezionali di avere un atteggiamento flessibile. Più eccezionale di così è difficile pensarlo: quando hai una nevicata che è stata la più intensa degli ultimi 45 anni in quelle Regioni, e al culmine di quella nevicata hai quelle scosse di terremoto".

"La protezione civile sta coordinando una emergenza senza precedenti". Gentiloni ha aggiunto che le popolazioni terremotate hanno bisogno di un "Paese unito e solidale" e non "rissoso", in modo da dare "certezza sul futuro".

Un'ampia discussione, di oltre un'ora, si è svolta in Consiglio dei ministri sull'emergenza terremoto. A quanto apprende l'ANSA da fonti di governo, si è deciso lo stanziamento di 30 milioni per la primissima emergenza, come risposta a richieste pervenute da Regioni e Comuni in queste 48 ore soprattutto per lo sgombero della neve. Il Cdm ha avviato inoltre la discussione su misure per le quali potrebbero essere stanziati "alcuni miliardi, in aggiunta ai 4 miliardi già previsti nella legge di bilancio".

Esteso stato di emergenza - Dopo il sisma del 18 gennaio e gli eccezionali fenomeni meteorologici che nella seconda decade di gennaio hanno colpito Abruzzo, Lazio, Marche e Umbria, il Cdm, su proposta del presidente Gentiloni, ha esteso gli effetti della dichiarazione dello stato di emergenza adottata il 25/8 2016 e autorizzato un ulteriore, primo stanziamento, di 30 milioni di euro destinato a far fronte esclusivamente ai primi urgenti interventi di soccorso legati alla fase di emergenza. Lo stanziamento andrà a valere sulle disponibilità del Fondo per le Emergenze Nazionali. Lo comunica la nota del Cdm.

"Grazie alle migliaia di civili e militari che stanno lavorando per salvare le vite e ridurre i disagi. Forza e coraggio". Lo scrive su Twitter il presidente del Consiglio Paolo Gentiloni.

 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA




Modifica consenso Cookie