Mondo

Covid, Macron positivo, record di contagi in Germania

Doppio record in Usa: 250.000 contagi e 3.700 decessi in 24 ore

Il presidente francese Emmanuel Macron è risultato positivo al coronavirus. "Il presidente della Repubblica - si legge in una nota diffusa dall'Eliseo - è stato diagnosticato ad oggi positivo al Covid-19. Questa diagnosi è stata stabilita in seguito ad un test RTCPR realizzato dalla comparsa dei primi sintomi. Conformemente alle indicazioni sanitarie in vigore applicabili a tutti, il presidente della Repubblica si isolerà per sette giorni. Continuerà a lavorare e a garantire le sue attività a distanza". 

Il premier francese Jean Castex si è posto in isolamento precauzionale e non andrà come previsto in Senato: è quanto riferisce il suo servizio stampa. Il primo ministro è stato in contatto con Macron.Il Presidente Giuseppe Conte ha incontrato Macron è stato in occasione dell'ultimo Consiglio Ue che si è concluso venerdì mattina, 11 dicembre. Da allora, Conte ha già effettuato due tamponi che hanno dato esito negativo. Inoltre, che il premier lunedì scorso - a differenza dei Presidenti di altri Paesi che si sono messi in auto isolamento - non ha partecipato alle celebrazioni del 60mo anniversario dell'Ocse che si sono svolte a Parigi.

Anche il premier spagnolo Pedro Sanchez e il portoghese Antonio Costa sono in isolamento dopo aver incontrato Macron. Sanchez, riferisce El Pais, si è messo in autoisolamento fino al 24 dicembre dopo aver saputo della positività al coronavirus del presidente francese con il quale ha avuto una colazione di lavoro lunedì. 

Costa dal canto suo aveva incontrato ieri all'Eliseo Macron. Il premier portoghese è sottoposto al test ed è in attesa dei risultati. Il suo staff ha fatto sapere che al momento non ha nessun sintomo. Macron e Costa si sono visti prima nel cortile del Palazzo presidenziale e poi hanno avuto una colazione di lavoro.

In tutto il mondo il numero di contagi da coronavirus dall'inizio della pandemia ha superato quota 74 milioni, secondo i dati dell'università americana Johns Hopkins.

Il paese più colpito dal coronavirus in termini assoluti restano gli Stati Uniti, che ieri hanno registrato un nuovo doppio record: oltre 250.000 contagi e 3.700 decessi in un giorno.

Record di contagi  in Germania dove si è superata la soglia dei 30mila nuovi casi in 24 ore. Lo riferiscono fonti ufficiali. 

"La pandemia di Covid-19 ha creato uno tsunami di problemi ma il virus ha colpito tutto il mondo, non solo la Russia. Anzi, noi possiamo dire di aver reagito molto meglio di altri Paesi, che pure si dicono orgogliosi per le loro economie. Il nostro Pil nel 2020 segnerà infatti -3,6% e questo è un dato migliore dei maggiori Paesi europei". Lo ha detto Vladimir Putin nel corso della conferenza stampa. 

La Polonia entrerà in un regime di lockdown nazionale dal 28 dicembre al 17 gennaio per arginare l'epidemia di Covid. Lo ha annunciato il ministro della Salute Adam Niedzielski, secondo quanto riporta il Guardian. Durante queste tre settimane chiuderanno hotel, piste da sci e centri commerciali.

Il re di Svezia Carlo XVI ha accusato il governo di aver fallito nella strategia anticoronavirus. La Svezia è l'unico Paese al mondo a non aver mai attuato il lockdown contro il Covid-19. "Il 2020 è stato un anno terribile - ha detto il monarca intervistato da ad una trasmissione tv secondo quanto riportato dalla Bbc - Penso che abbiamo fallito. Abbiamo avuto molti morti e il popolo svedese ha sofferto tremendamente". La Svezia ha avuto un tasso di mortalità da coronavirus molto più alto dei suoi vicini scandinavi che invece hanno adottato misure più rigide contro la pandemia. In totale, nel Paese con poco più di 10 milioni di abitanti, ci sono stati 350.000 casi di Covid e 7.800 vittime. La strategia svedese anti-pandemia, elaborata dal capo epidemiologo Ansers Tegnell, si basa sul senso di responsabilità della popolazione. Oltre a non aver mai imposto un lockdown il governo si è limitato ad emettere raccomandazioni, senza prevedere sanzioni per chi non le seguisse. Negozi, scuole, bar e ristoranti in Svezia non hanno mai chiuso, tuttavia la settimana scorsa è stato chiesto alle scuole superiori di passare all'insegnamento a distanza. Una misura che da lunedì è entrata in vigore anche nella regione di Stoccolma. In vista del Natale, inoltre, sono state pubblicate nuove linee guida tra le quali evitare riunioni con più di 8 persone, incontrarsi all'aperto e, se possibile, evitare di prendere autobus e treni.
   

 

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA




      Modifica consenso Cookie