Covid: Ibm, nelle mire degli hacker la 'catena del freddo' dei vaccini

Ibm, i criminali informatici stanno raccogliendo informazioni su tutti gli aspetti logistici

Alcuni gruppi di hacker stanno prendendo di mira le aziende coinvolte nella distribuzione dei vaccini per il Covid-19 e potrebbero prepararsi quindi a colpire la 'catena del freddo' necessaria per far arrivare le dosi. Lo afferma, riporta il sito di Reuters, la compagnia Ibm, secondo cui i criminali informatici stanno raccogliendo informazioni su tutti gli aspetti logistici. L'attività di spionaggio, spiega Ibm, è condotta attraverso 'una campagna globale di phishing' in cui vengono inviate email a nome di dirigenti della azienda Haier Biomedical, una compagnia cinese specializzata nel trasporto di vaccini.

Per rendere credibili le mail vengono citate correttamente tutte le caratteristiche dei prodotti messi a punto dall'azienda. Tra gli obiettivi ci sono aziende specializzate nei pannelli solari, che saranno usati per alimentare i frigoriferi nei paesi caldi, produttori di ghiaccio secco ma anche alcune agenzie, come il direttorato Ue che si occupa di dogane. "Chiunque abbia messo insieme questa campagna - afferma Ibm - conosce molto bene qualunque prodotto sia coinvolto nella catena di distribuzione di un vaccino in una pandemia globale". 
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA




      Modifica consenso Cookie