Aoun, oltre 15 miliardi di dollari i danni a Beirut

Oms, oltre 50% strutture sanitarie fuori uso

Ammontano a oltre 15 miliardi di dollari i danni provocati dalla terribile esplosione che ha distrutto il porto di Beirut il 4 agosto scorso. Lo ha reso noto il presidente libanese Michel Aoun. Mentre l'Oms ha lanciato l'allarme sul fatto che oltre la metà delle strutture sanitarie di Beirut sono fuori uso. In seguito a verifiche effettuate su 55 cliniche e centri sanitari nella capitale libanese "sappiamo che poco più del 50 per cento sono fuori uso", ha detto Richard Brennan, direttore per le emergenze regionali dell'Oms, in una conferenza stampa virtuale dal Cairo. Tre importanti ospedali sono fuori uso e altri tre operano al di sotto della loro capacità, ha aggiunto.

   Intanto dall'Italia sono giunti nuovi aiuti per la capitale libanese, come ha annunciato il ministro degli Esteri Luigi Di Maio. "Davanti a centinaia di morti e migliaia di feriti non possiamo far finta di nulla. Altri aiuti per il Libano, un popolo colpito duramente nei giorni scorsi che ha bisogno anche del nostro sostegno. Oggi dall'aeroporto di Pisa sono partiti aiuti per la popolazione libanese. Si tratta di kit di pronto intervento e materiale sanitario che sarà consegnato alle autorità libanesi. Grazie anche alla nostra ambasciata a Beirut che proprio in queste ore sta fornendo il massimo aiuto alla popolazione". 

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA




      Modifica consenso Cookie