Mondo

La Grecia brucia ancora, l'inferno ora è a Evia

Situazione drammatica nel nord dell'isola, centinaia sulle spiagge

Situazione drammatica sull'isola greca di Evia, dove il villaggio di Ellinika (nord dell'isola) è attualmente circondato dalle fiamme, mentre vigili del fuoco e residenti - quelli che non hanno accolto l'invito a abbandonare le proprie case - stanno cercando di salvare il salvabile. Lo riferisce il sito in.gr, che spiega come abitanti e turisti si sono radunati sulla spiaggia di Agios Nikolaos, aspettando di essere trasferiti via mare in un luogo sicuro.
    Le fiamme sono intanto arrivate nel piccolo centro di Vasilika, mentre un fronte di fuoco di 6 km sta bruciando una vasta pineta, avvicinandosi al villaggio di Gouves. I vigili del fuoco,stanno cercando di bloccare i roghi in vari punti per evitare che altre case siano distrutte: 200 famiglie sono già rimaste senza un tetto. Parlando con Skai Tv, il governatore della Grecia centrale, Fanis Spanos, ha affermato che più di 2500 persone sono ospitate in alberghi ed altre strutture.
    E sempre raggiunto da Skai a Gouves, il sindaco di Istiaia Ioannis Kontizias denuncia l'assenza di aerei antincendio sul fronte di Evia: "Siamo soli, sono cinque giorni che chiedo che siano impiegati aerei". 

Un aereo Pezetel dei vigili del fuoco si è schiantato al suolo mentre era impegnato a domare un incendio nell'isola ionica di Zante, nella Grecia occidentale. Il pilota è sano e salvo ed è stato aiutato da altri vigili del fuoco, ha riferito l'agenzia di stampa greca ANA. Al momento si ignorano le cause dell'incidente

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA




      Modifica consenso Cookie