Ue, il contratto con AstraZeneca resta fino a all'invio di tutte le dosi

Portavoce: 'La consegna di tutte le dosi previste dal contratto è la priorità per noi'

    "La consegna di tutte le dosi previste dal contratto in vigore con AstraZeneca è la priorità per noi. Il contratto resta in vigore fino alla consegna dell'ultima dose". Così un portavoce dell'Esecutivo comunitario dopo le dichiarazioni del commissario Ue, Thierry Breton.
    "Il vaccino AstraZeneca è importante per il nostro portafoglio e viene somministrato a migliaia di europei. La società non ha rispettato gli impegni contrattuali e per questo la Commissione ha avviato un'azione giudiziaria. In passato abbiamo informato che non abbiamo esercitato l'opzione dei 100milioni dosi aggiuntive. Non ci possiamo pronunciare per il futuro".
    In precedenza il commissario al Commercio interno europeo Thierry Breton aveva detto su France Inter che per il momento la Commissione Europea non ha rinnovato il suo contratto per i vaccini anti-Covid sviluppati da AstraZeneca oltre la scadenza dell'attuale contratto, prevista alla fine di giugno. "Non abbiamo rinnovato l'ordine dopo giugno - aveva sottolineato -. Vedremo cosa succederà".
    Ai microfoni di France Inter, Breton non aveva espresso critiche nei confronti del vaccino AstraZeneca, che aveva invece definito "un vaccino molto interessante e molto buono", soprattutto "per le condizioni logistiche e le temperature" cui può essere conservato. Ora, aveva sottolineato tuttavia Breton, "abbiamo iniziato con Pfizer a lavorare con la seconda fase e i vaccini di seconda generazione".

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA




        Modifica consenso Cookie