Più dosi Pfizer, l'Ue porta AstraZeneca in tribunale

L'Ema non limita l'uso di AstraZeneca per fasce d'età

Si parte con l'obiettivo delle circa 340mila somministrazioni dell'inizio della prossima settmana per arrivare al traguardo delle circa 500mila vaccinazioni entro la fine di aprile. Dovrebbe essere questo il target fissato dal Commissario per l'Emergenza Covid, Francesco Figliuolo, che sarà comunicato nei dettagli nelle prossime ore alle Regioni.

Negli Stati Uniti la commissione di esperti dei Cdc, la massima autorità sanitaria federale, ha votato per riprendere l'utilizzo del vaccino monodose Johnson&Johnson che era stato sospeso.

Ue, accordo con Pfizer-Biontech per 1,8 mld dosi vaccino -"L'Unione europea lavora per un nuovo contratto con Pfizer-Biontech per 1,8 miliardi di dosi per il 2021-2023 del vaccino covid-19". Lo ha annunciato la presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen nel corso della conferenza stampa con il ceo di Pfizer Albert Bourla allo stabilimento di Puurs, insieme al primo ministro del Belgio De Croo.

Almeno 26 Paesi dell'Ue hanno aderito alla decisione della Commissione europea di procedere con un'azione legale contro AstraZeneca. Si apprende da più fonti diplomatiche europee. La decisione delle cancellerie è stata comunicata attraverso il meccanismo dello Steering board (comitato che mette insieme la Commissione e le capitali). La Germania è stata tra gli ultimi a dare il suo assenso. Le fonti non sono state però nella posizione di confermare anche l'ok dell'Ungheria. In linea di massima comunque l'Esecutivo comunitario dovrebbe andare avanti con l'azione legale. Una decisione in questo senso è attesa per oggi.

L'Agenzia europea del farmaco (Ema) ha raccomandato di continuare a somministrare una seconda dose del vaccino di AstraZeneca tra 4 e 12 settimane dopo aver somministrato la prima, in linea con le informazioni sul prodotto. Così in una nota l'Ema.

"Il rapporto rischi-benefici del vaccino di AstraZeneca rimane positivo per gli adulti in tutte le fasce d'età". Sostiene l'Ema in una nota, in cui rileva che "i benefici della vaccinazione aumentano con l'aumentare dell'età e dei tassi di infezione".
L'Agenzia europea del farmaco (Ema) nella sua nuova valutazione ribadisce che i benefici del vaccino di AstraZeneca superano i rischi, ricordando che sono "le autorità nazionali a considerare altri fattori e come utilizzare al meglio i vaccini".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA




Modifica consenso Cookie