• Navalny: "Grazie per il sostegno, in Russia e nel mondo"

Navalny: "Grazie per il sostegno, in Russia e nel mondo"

Respinti ancora i suoi medici alla colonia penale. Il legale: "È molto debole e non riceve cure"

"Ieri sera un avvocato è venuto da me per 5 minuti e mi ha raccontato del vostro grande supporto. Sia in Russia che nel mondo. E' stato un momento importante. E ho riso quando ho letto le parole dei luminari della medicina, secondo i quali con un tale livello di potassio nel sangue, come nei miei test, dovrei stare o nel reparto di terapia intensiva o in una bara. Beh, no, non possono fregarmi così facilmente: dopo il Novichok il potassio non fa paura". E' parte di un messaggio comparso sul profilo Instagram di Alexey Navalny.

"Grazie mille", continua il post. "Ci sono molte persone, come me, che non hanno altro che una tazza d'acqua, speranza e fede nelle loro convinzioni. In Russia e nel mondo. Nelle prigioni e anche fuori. È estremamente importante che sentano il vostro sostegno e la vostra solidarietà. Sembra che non sia molto, ma non c'è arma migliore contro l'ingiustizia e l'illegalità. Questo è l'unico modo per vivere e sopravvivere. Nonostante i livelli di potassio". Navalny dice però di essere "scheletrico", tanto che potrebbe far paura "ai bambini che si rifiutano di mangiare", come una specie di babau. "Questo fine settimana - non mentirò - è stato brutto", dice raccontando l'esperienza di trasferimento nel reparto medico della nuova colonia penale.

Ieri, un team di medici, tra cui quello personale di Navalny, si è visto negare l'accesso, alla nuova colonia penale dove è in cura presso un ospedale della prigione. Il servizio carcerario russo, che ha ripetutamente impedito ai medici di Navalny di visitarlo, lunedì lo ha spostato dalla sua colonia penale nella regione di Vladimir, circa 100 chilometri a est di Mosca, a una struttura medica in un'altra colonia nella stessa regione (la IK-3). Un team di medici, tra cui il suo medico personale Anastasia Vasilyeva, ha fatto diversi tentativi per vederlo, ma è stato respinto ogni volta.

E l'avvocato di Alexey Navalny, Olga Mikhailova, ha affermato che l'oppositore in sciopero della fame è "molto debole" e, a suo dire, non riceve cure. "Gli è difficile parlare e stare seduto", ha detto la legale ai giornalisti chiedendo che il suo assistito sia trasferito in un ospedale civile di Mosca.

 "Siamo molto preoccupati per lo stato di salute di Alexei Navalny cosi come lo sono altri paesi", ha dichiarato la cancelliera tedesca Angela Merkel rispondendo ai parlamentari dell'assemblea del Consiglio d'Europa. Riferendosi all'oppositore politico russo, Merkel ha sottolineato l'importanza della sentenza di condanna emessa dalla Corte europea dei diritti umani nei confronti della Russia per la detenzione e condanna di Navalny, oltre alla richiesta fatta dalla Corte di Strasburgo per il suo rilascio lo scorso febbraio.

La Russia non rispetterà la risoluzione dell'Assemblea parlamentare del Consiglio d'Europa (PACE) sulla situazione dell'attivista russo dell'opposizione Alexei Navalny. Lo ha detto il capo della delegazione russa all'Assemblea Pyotr Tolstoy. "Non ci conformeremo a questa risoluzione", ha detto Tolstoy a Interfax. "La risoluzione è una raccomandazione, quindi lasciamo che raccomandino", ha detto. Ieri la PACE ha pubblicato un progetto di risoluzione che esorta la Russia a fornire a Navalny le cure mediche e a rilasciarlo.
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA




      Modifica consenso Cookie