Putin, da sanzioni danni a Ue per 100 mld dollari

La Russia "e' aperta al mondo per la cooperazione economica, scientifica e umanitaria"

I danni causati all'Unione europea dalle sanzioni contro la Russia per la crisi ucraina "potrebbero sfiorare i 100 miliardi di dollari". Lo ha detto Vladimir Putin intervenendo al Forum economico di San Pietroburgo. "Ci sono stati diversi calcoli da parte dei nostri partner europei - ha spiegato Putin -, qualcuno ha parlato di perdite per i produttori europei che ammontano a 40-50 miliardi di dollari. Gli ultimi dati che ho sentito dall'Europa indicano che potrebbero sfiorare i 100 miliardi". La Russia "e' aperta al mondo per la cooperazione economica, scientifica e umanitaria. Siamo assolutamente sicuri del nostro successo", ha detto ancora il leader del Cremlino Vladimir Putin al Forum economico internazionale di San Pietroburgo. Le decisioni "globali" come quella adottata 13 anni fa dagli Stati Uniti di abbandonare il trattato Abm che vieta la sperimentazione e l'attuazione di una difesa anti-missile, spingono il mondo verso una nuova guerra fredda, ha aggiunto definendo la decisione dell'allora presidente Usa George W. Bush "un passo che porta tutti noi vero una nuova corsa agli armamenti"  

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA




Modifica consenso Cookie