Orrore in Pakistan, uomo decapitato in pubblico

Sospettato da militanti islamici di essere una spia

Un uomo accusato di essere una spia è stato decapitato in pubblico da militanti estremisti islamici nel distretto tribale di Khyber, nel nord ovest del Pakistan. Lo riporta oggi Dawn News. L'esecuzione è avvenuta in un mercato dell'area di Mehraban Kalay, nella valle di Tirah, una zona controllata dai ribelli islamici e dove è in corso un'offensiva dell'esercito. La zona è isolata e non ci sono altri dettagli sulla vittima che apparteneva a una comunità tribale locale.

Da quanto riporta la fonte, i militanti hanno ordinato di non rimuovere il corpo fino a stasera. L'area è sotto il controllo di una fazione del gruppo talebano del Tehreek-i-Taliban Pakistan (Ttp), ma è presente anche un'altra organizzazione jihadista chiamata Lashkar-i-Islam (Li). Da metà ottobre le truppe di Islamabad sono impegnate in bombardamenti contro le basi degli insorti nella Khyber Agency che hanno causato lo sfollamento di migliaia di abitanti.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA




Modifica consenso Cookie