Mondo
  1. ANSA.it
  2. Mondo
  3. In India ereditiera di otto anni diventa una suora giainista

In India ereditiera di otto anni diventa una suora giainista

Genitori commercianti milionari di diamanti, ora vivrà povera

Devanshi Sanghvi, otto anni, sarebbe potuta crescere e studiare per gestire un'attività di diamanti multimilionaria appartenente alla sua famiglia. Ora però la figlia di un ricco commerciante di diamanti indiano vive una vita spartana, vestita con rozzi sari bianchi, a piedi nudi e andando di porta in porta a chiedere l'elemosina. Perché la scorsa settimana Devanshi, la maggiore delle due figlie di Dhanesh e Ami Sanghvi, ha rinunciato al mondo ed è diventata suora. La storia è stata raccontata dalla Bbc che spiega che i Sanghvis sono tra i 4,5 milioni di giainisti che seguono il giainismo, una delle religioni più antiche del mondo, nata in India più di 2.500 anni fa.
    Gli studiosi religiosi affermano che il numero di giainisti che rinunciano al mondo materiale è aumentato rapidamente nel corso degli anni, sebbene i casi che coinvolgono bambini giovani come Devanshi siano rari.
    Alla cerimonia di mercoledì scorso nella città di Surat, nello stato occidentale del Gujarat, dove Devanshi ha preso i "diksha" - i voti di rinuncia - alla presenza di anziani monaci giainisti, hanno partecipato decine di migliaia di persone.
    La bimba è arrivata alla cerimonia ingioiellata e vestita di sete pregiate. Sulla sua testa poggiava una corona tempestata di diamanti. Dopo la cerimonia, è rimasta in piedi con altre suore, vestita con un sari bianco che le copriva anche la testa rasata. Nelle fotografie, la si vede con in mano una scopa che ora dovrà usare per spazzare via gli insetti dal suo cammino per evitare di calpestarli accidentalmente.
    Da allora, Devanshi vive in un Upashraya, un monastero dove vivono monaci e monache Jain. I sanghvis appartengono all'unica setta giainista che accetta monaci bambini mentre le altre tre ammettono solo adulti.
    Anche se c'è il sostegno all'interno della comunità Jain per la pratica, la rinuncia di Devanshi ha portato a un dibattito, con molti che si chiedono perché la famiglia non potesse aspettare che raggiungesse l'età adulta prima di fare scelte così importanti per suo conto.
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA



        Modifica consenso Cookie