Mondo
  1. ANSA.it
  2. Mondo
  3. Nord America
  4. Si allunga la scia di sangue negli Usa, altre 2 sparatorie

Si allunga la scia di sangue negli Usa, altre 2 sparatorie

In una chiesa della California e in un mercatino Houston, almeno tre morti. A Boston l'autore della strage voleva proseguire la carneficina

Altre due sparatorie e altri morti. Si allunga la scia di sangue negli Stati Uniti, in un fine settimana contrassegnato dal massacro nel supermercato di Buffalo, dove un diciottenne suprematista ha aperto il fuoco e ucciso dieci persone per motivi razziali. L'autore della strage, il 18enne Payton Gerdon, intendeva proseguire la sua carneficina in un altro grande supermercato, secondo quanto riferito dal capo della polizia Joseph Gramaglia, che ha citato elementi probatori. Riferendosi alla strage di Buffalo, la deputata conservatrice Liz Cheney ha puntato il dito contro i leader del partito repubblicano per aver consentito al razzismo di dilagare negli Stati Uniti: "La leadership repubblicana alla Camera ha consentito il nazionalismo bianco, i suprematisti bianchi e l'antisemitismo. La storia ci ha insegnato che quello che inizia con le parole finisce molto peggio. I leader repubblicani devono rinunciare e rigettare questi punti di vista e coloro che li sostengono". 

Nel sud della California, invece, nella comunità per pensionati di Laguna Woods, un uomo ha aperto il fuoco in una chiesa, la Geneva Presbyterian: il bilancio è di un morto e quattro feriti in condizioni critiche.

In Texas si è sfiorato il massacro. In un mercatino con più di 1.000 persone a fare shopping di domenica pomeriggio, cinque uomini hanno aperto il fuoco in seguito a una lite. "Al momento sembra che i feriti, così come i due morti, siano tutti parte del litigio. Nessun innocente è stato colpito. Almeno due pistole sono state recuperate sulla scena", riferiscono le autorità della Harris County. I due incidenti culminano un fine settimana di terrore, con la tragedia di Buffalo tornata a scuotere l'America. Joe Biden sarà nella città dello stato di New York martedì: vestirà i panni del consoler-in-chief prima di partire per l'Asia.

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA




      Modifica consenso Cookie