Covid: evacuati alpinisti da campi base Everest e Dhaulagiri

Numerosi casi positivi, trasportati in elicottero a Kathmandhu

    A causa della diffusione del contagio da Covid-19 nelle ultime ore è scattata l'evacuazione di numerosi alpinisti - ma anche di portatori e personale vario - dai campi base di Everest e Dhaulagiri, sulla catena himalayana, in Nepal. E' quanto riportano i media locali.
    La situazione più grave è al campo base del Dhaulagiri, la settima montagna più alta della Terra, dove si trovano circa 150 persone tra scalatori e personale di supporto alle spedizioni.
    Le positività sono emerse a seguito dei test antigenici effettuati da un team medico dell'esercito nepalese, giunto sul posto. Una ventina di persone tra alpinisti e sherpa 'positivi' sono già stati trasportati in elicottero a Kathmandhu, altri verranno evacuati non appena le condizioni meteorologiche consentiranno il volo. "Gli ultimi giorni sono stati pazzi e incerti. Un sacco di casi Covid, persone evacuate e alcuni in attesa di esserlo" scrive su twitter l'alpinista andorrana Stefi Troguet.
    Al campo base dell'Everest ci sono circa 1.600 persone.
    Numerosi i casi Covid registrati, tanto che sono state create delle zone dove isolare i positivi. Una ventina di 'contagiati' sono già stati trasferiti a Kathmandhu. I medici hanno invitato gli alpinisti a non spostarsi dalle tende delle rispettive spedizioni, a non andare a visitare altri scalatori, a tenere sempre la mascherina. (ANSA).
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA




      Modifica consenso Cookie