Mondo

Usa: stretta in Arizona, vietato l'aborto per anomalie genetiche

La nuova norma prevede il carcere. Il governatore: 'c'è valore in ogni vita'

Stretta sull'aborto in Arizona. Il governatore Doug Ducey ha firmato tramutando in legge il provvedimento che vieta le interruzioni di gravidanza sulla base di anomalie genetiche, come ad esempio la sindrome Down. "C'è valore in ogni vita, a prescindere dalla genetica. Continueremo a dare la priorità alla vita di coloro che non sono ancora nati - afferma Ducey -. Questa legge protegge le vite umane". La nuova norma prevede il carcere per chi effettua aborti, vieta la spedizione via posta di medicinali per indurre l'aborto e richiede che i feti siano seppelliti o cremati. 
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA




      Modifica consenso Cookie