• Fbi, allarme per proteste e minacce contro Biden, Harris e Pelosi

Fbi, allarme per proteste e minacce contro Biden, Harris e Pelosi

Possibili proteste, anche armate, tra il 16 e il 20 gennaio

    L'Fbi sta monitorando notizie di "varie minacce di fare del male al presidente eletto Joe Biden in vista della cerimonia di giuramento" del 20 gennaio. Lo riferisce la Cnn, aggiungendo dettagli sull'allarme del Bureau in merito ad altre possibili proteste, anche armate, tra il 16 e il 20 gennaio nella capitale e negli altri Stati Usa.
    "Altre notizie indicano minacce contro la vicepresidente eletta Kamala Harris e la speaker della Camera Nancy Pelosi", secondo l'Fbi.
    Il presidente eletto Joe Biden ha detto che non teme di giurare all'aperto sul fronte occidentale di Capitol Hill, una settimana dopo l'assalto dei fan di Donald Trump. "Non ho paura di fare il giuramento all'esterno, siamo stati informati", ha assicurato Biden dopo l'allerta dell'Fbi, mentre alcuni ex dirigenti del Bureau consigliano di spostare la cerimonia all'interno del parlamento per motivi di sicurezza.
    Intanto, Donald Trump ha accolto la richiesta della sindaca della capitale, Muriel Bowser, ed ha approvato una dichiarazione di emergenza per Washington DC dopo l'assalto al Congresso. Il presidente ha ordinato l'assistenza federale da oggi al 24 gennaio per garantire la sicurezza in vista del giuramento di Joe Biden. Lo rende noto la Casa Bianca.

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA




        Modifica consenso Cookie