Mondo
  • Covid, in Germania sfiorata quota mille morti in 24 ore

Covid, in Germania sfiorata quota mille morti in 24 ore

Resta alto il numero dei contagi nel Paese secondo il Robert Koch Institut di Berlino

Gli Stati Uniti hanno registrato quasi 4.000 morti per Covid-19 in 24 ore, un nuovo record. Nella giornata di mercoledì il Paese al mondo più colpito dal nuovo coronavirus ha riportato 3.927 decessi per un totale di 342.259, secondo i dati dell'università americana Johns Hopkins. I nuovi casi di contagio giornalieri sono stati 189.671, che portano il totale a oltre 19,73 milioni. 

La Germania ha registrato 32.552 nuovi casi di coronavirus e ulteriori 964 decessi provocati dalla malattia nelle ultime 24 ore. Lo ho reso noto oggi il Robert Koch Institut di Berlino. I dati sono comparabili a quelli della settimana di Natale: sette giorni fa le nuove infezioni giornaliere si aggiravano intorno a quota 32.200, con 862 morti. Dall'inizio della pandemia in Germania si registrano oltre 1.719.000 casi. La più alta incidenza di contagio continua a riguardare il Land della Sassonia, la più bassa lo Schleswig-Holstein.

Sono oltre 131.000 i tedeschi vaccinati entro giovedì mattina (131.626). E' quanto riferisce il Robert Koch Institut. In confronto al giorno precedente sono 51.465 in più. Tra i vaccinati circa la metà (57.406) sono ospiti delle case di cura per anziani mentre l'altra metà sono stati vaccinati per motivi di lavoro (61.612). In questa seconda categoria rientra il personale medico e sanitario e gli operatori che lavorano nelle Rsa. Il Land che finora ha vaccinato di più è la Baviera, seguito dal Nordreno-Westfalia e dall'Assia.

La Repubblica Ceca ha registrato un record di 16.939 nuovi casi di coronavirus nelle ultime 24 ore: lo ha reso noto il ministero della Sanità sottolineando che il 52% dei tamponi effettuati in questo periodo ha dato esito positivo. Dall'inizio della pandemia, riporta la Cnn, il Paese ha registrato un totale di 718.661 contagi, inclusi 11.580 decessi.

Con quasi 800mila prime dosi di vaccino Israele si conferma paese leader al mondo come numero di persone immunizzate con una percentuale del 7.74% sulla popolazione totale, circa 9 milioni. Tuttavia - nonostante Israele sia in lockdown, il terzo dall'avvio della pandemia - continuano a crescere le nuove infezioni. Nelle ultime 24 ore sono state 5.253 con un tasso del 5.5% rispetto a 95.125 test. La polizia in preparazione per le feste dell'ultimo dell'anno ha approntato piani per impedire gli assembramenti illegali: sul campo ci saranno circa 2mila agenti con il compito di vigilare sul rispetto delle restrizioni imposte dal lockdown.

Con 6.390 nuove infezioni nelle ultime 24 ore, il numero totale di casi di coronavirus in Iran ha raggiunto 1.225.142. Lo ha detto alla TV di Stato la portavoce del ministero della Salute Sima Lari, aggiungendo che il bilancio delle vittime del Covid-19 in Iran è salito a 55.223 con i 128 morti di ieri. Il numero di pazienti in terapia intensiva è 5.039, mentre altri 988.833 sono guariti. I test effettuati in tutto il Paese sono 7.620.667, ha aggiunto Lari.

Le autorità di New Delhi e di altre metropoli in India hanno ordinato il coprifuoco in vista delle celebrazioni del nuovo anno per contrastare una nuova ondata di coronavirus. Nella capitale il coprifuoco - dalle 23:00 alle 6:00 - è stato deciso sia per oggi sia per domani. New Delhi ha anche vietato gli assembramenti di oltre cinque persone. Allo stesso tempo, la capitale finanziaria Mumbai e altre grandi città nello Stato di Maharashtra hanno ordinato il coprifuoco fino al 5 gennaio. L'India è il secondo Paese al mondo con il maggior numero di casi (10.266.674) dopo gli Usa (fonte Johns Hopkins University) ed il terzo per numero di decessi (148.738). Preoccupa le autorità soprattutto l'arrivo della variante inglese nel Paese: finora 25 persone provenienti dal Regno Unito sono risultate positive a questa variante.

Altri 25 casi di Covid-19 sono stati segnalati ieri in Cina, tra cui 16 persone infette provenienti dall'estero e 8 asintomatici. Mentre 9 sono i casi d'infezione trasmessa a livello 'locale', riportati nella provincia nord-orientale del Liaoning, a Pechino e a Heilongjiang. Lo rende noto il bollettino della Commissione Sanitaria Nazionale cinese. Nessun ulteriore caso sospetto né altri decessi correlati al nuovo coronavirus sono stati registrati nelle ultime 24 ore, mentre altri 13 pazienti sono stati dimessi. Fino a ieri, la Cina aveva registrato un totale di 4.263 di infetti arrivati da altri Paesi. Tra questi, 3.990 sono già stati dimessi da vari ospedali dopo essere guariti e 273 risultano ancora ricoverati. Non si segnalano decessi tra i casi positivi al coronavirus arrivati in Cina dall'estero. Ad oggi, il Paese ha registrato un totale di 87.052 contagi, mentre i decessi restano sempre fermi a 4.634.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA




Modifica consenso Cookie