Tregua violata, accuse incrociate Armenia-Azerbaigian

Erevan e Baku parlano di colpi d'artiglieria dal fronte opposto

Accuse incrociate tra Armenia e Azerbaigian. Dopo Erevan, anche Baku ha accusato le forze armene di aver violato il cessate il fuoco sulla contesa regione del Nagorno-Karabakh, poche ore dopo l'entrata in vigore a mezzanotte. "Le forze armene hanno gravemente violato un altro accordo", ha detto in un comunicato il ministero della Difesa dell'Azerbaigian, accusandole di avere sparato colpi di artiglieria in varie direzioni e di avere lanciato attacchi lungo la linea del fronte.

Anche il ministero della Difesa armeno aveva in precedenza accusato le forze azere di violare la tregua. "Il nemico ha sparato colpi d'artiglieria verso il nord tra le 00:04 e le 2:45 (22:04 e 00:45 ora italiana, ndr) e ha lanciato razzi verso il sud tra le 2:20 e le 2:45", ha dichiarato su Twitter la portavoce Shushan Stepanyan.
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA




        Modifica consenso Cookie