Trump, campagna per cancellare storia

'Vogliono diffamare i nostri eroi'

Condanna il "fascismo dell'ultra sinistra" e gli sforzi per cancellare la "storia, i valori e gli eroi" americani. Donald Trump a Mount Rushmore, in South Dakota, sotto lo sguardo dei volti scolpiti nella roccia di George Washington, Thomas Jefferson, Theodore Roosevelt e Abraham Lincoln, lancia la sua sfida ai democratici e al loro sistema, al quale appartiene anche il movimento per spazzare via della città americane le statue e tutti i simboli del razzismo e del passato coloniale.

   Un movimento che a Trump non va giù da settimane. E che da Mount Rushmore, dove il presidente ha voluto inaugurare i festeggiamenti per il 4 di luglio, l'Independence Day, condanna duramente: "Stiamo assistendo a una impietosa campagna per cancellare la storia, diffamare i nostri eroi, cancellare i nostri valori e indottrinare i nostri figli", dice il presidente. "Vogliono farci tacere, ma noi non staremo in silenzio. Non ci lasceremo intimidire e opprimere da gente cattiva", aggiunge il tycoon, sorridente e soddisfatto anche se più spento rispetto ad altre occasioni. I suoi 7.500 fan però lo sostengono lo interrompono per esprimergli la loro approvazione, gridano altri quattro anni alla Casa Bianca.

    RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

    Video ANSA




    Modifica consenso Cookie