Sanzioni Usa, Marriott chiude a Cuba

Governo americano non rinnova licenza a gruppo alberghiero

La compagnia statunitense Marriott International dovrà sospendere le sue attività alberghiere a Cuba entro il 31 agosto dato che il governo degli Stati Uniti non le ha rinnovato la necessaria licenza che la esentava dalle sanzioni. Lo scrive l'agenzia di stampa cubana Prensa Latina.
    Citando fonti giornalistiche, l'agenzia precisa che la compagnia, che opera fra gli altri, l'Hotel Four Points Sheraton di L'Avana ha ricevuto una comunicazione in cui si decisa la decisione del governo del presidente Donald Trump di non rinnovarle la licenza operativa.
    Marriott International è l'unico operatore turistico statunitense presente nell'isola in base ad una licenza del 2016 ottenuta durante la presidenza di Barack Obama che aveva ristabilito le relazioni diplomatiche con Cuba interrotte dal 1961.
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA




        Modifica consenso Cookie