Mondo

Gli Usa bloccano ingressi dal Brasile

La decisione riguarda tutti i cittadini non americani

    Il governo americano ha sospeso gli ingressi negli Stati Uniti per i non americani che arrivano dal Brasile. Lo ha annunciato la Casa Bianca.
    "Il presidente ha deciso di proteggere il Paese sospendendo gli ingressi di stranieri che sono stati in Brasile nei 14 giorni precedenti al loro arrivo negli Stati Uniti. Al 23 maggio il Brasile ha 310.087 casi di Covid-19, il terzo numero più alto al mondo", spiega la Casa Bianca.
    Secondo i dati della Johns Hopkins University il Brasile registra ad oggi 363.211 casi, di cui 22.666 decessi. In America Latina c'e' stato un nuovo forte incremento nelle ultime 24 ore di contagi  (734.988, +32.500) e di morti (39.816, +1.200) provocati dal virus, secondo quanto emerge da un'elaborazione statistica realizzata dall'ANSA sui dati riguardanti 34 nazioni e territori latinoamericani. Oltre al Brasile, secondo Paese più colpito al mondo dopo gli Stati Uniti, il Perù segna 119.959 casi e 3.456 morti, seguito dal Cile (69.102 e 718).

    Per quanto riguarda i Paesi con più di 5.000 contagi, troviamo poi il Messico (65.856 e 7.179), l'Ecuador (36.756 e 3.108), la Colombia (21.175 e 727), la Repubblica Dominicana (14.801 e 458), Panama (10.577 e 299), Argentina (11.353 e 448) e Bolivia (5.915 e 240).

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA




      Modifica consenso Cookie