Austria minaccia esproprio casa natale Hitler

La proprietaria si è sempre rifiutata di vendere

L'Austria minaccia di espropriare la casa natale di Hitler a Braunau - visto che la proprietaria finora si è sempre rifiutata di vendere - per evitare che diventi meta di pellegrinaggio di neonazisti. E per questo paga un affitto mensile di circa 4.800 euro, per una destinazione limitata a scopi sociali. Finora ogni tentativo di acquisto da parte dello Stato è stato respinto. Ma ora il ministero dell'Interno è stufo e minaccia l'esproprio, indica un portavoce al quotidiano Kurier.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA




Modifica consenso Cookie