May promette una 'hard Brexit'. Crolla la sterlina

La sterlina crolla sotto 1,20 dollari per la prima volta da ottobre, dopo le indiscrezioni sul discorso che terrà il primo ministro Teresa May sulla Brexit martedì prossimo

Quando la Brexit si fa dura, i duri cominciano a giocare. A 48 ore dal tanto atteso discorso di Theresa May sui piani di Downing Street per i negoziati con Bruxelles, il governo di Sua Maestà svela le sue carte. Il divorzio dall'Unione europea sarà "hard", duro. Queste sono le intenzioni della premier svelate dal conservatore Sunday Times che hanno immediatamente provocato un brusco crollo della sterlina sul dollaro.
Dopo mesi di tentennamenti, la May sembra aver ceduto ai falchi euroscettici del suo partito che - se le anticipazioni del suo discorso si riveleranno esatte - martedì 17 gennaio saranno felici di sapere che il primo ministro è disposto a sacrificare il mercato unico e il sistema doganale europeo pur di riconquistare la libertà di gestire le proprie frontiere. Una mossa evidentemente ritenuta azzardata dai mercati, che per ora costa al pound il crollo sotto 1,20 dollari.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video Economia



Vai al sito: Who's Who

Modifica consenso Cookie