Economia

I Pesenti, da oltre un secolo i re del cemento

Dalla Lancia alla Ras fino al 'salotto buono' di Mediobanca

 I Pesenti sono una delle più antiche dinastie imprenditoriali del nostro Paese. Italcementi, venduta ai tedeschi di HeidelbergCement, è stata creata nel 1906 dalla fusione tra la società Calce e Cemento di Bergamo e la Fratelli Pesenti, piccola cartiera di Alzano riconvertita all'inizio del Secolo Breve grazie all'esperienza maturata in Germania, dove si era laureato in ingegneria, da Cesare Pesenti.
    La società diventerà nel giro di qualche anno leader in Italia nel suo settore e sarà il punto di partenza di un espansione imprenditoriale che porterà la famiglia bergamasca a diventare, nel dopoguerra, proprietaria, tra l'altro, della Lancia, del quotidiano La Notte e della Franco Tosi. L'impero dei Pesenti venne gestito dal 1946 dalla holding Italmobiliare, sotto il cui carnet di partecipazioni sono passate assicurazioni come la Ras e istituti bancari come L'Ibi (Istituto bancario italiano) poi assorbito da Cariplo.
    I Pesenti sono stati un tassello influente del 'salotto buono' che ha ruotato attorno alla Mediobanca di Enrico Cuccia, della quale sono stati azionisti fin dalla sua privatizzazione nel 1988. E proprio Piazzetta Cuccia è stata a fianco dei Pesenti, unico advisor della vendita di Italcementi. Oggi Italmobiliare, nelle cui casse affluiranno centinaia di milioni di euro, detiene ancora partecipazioni in Rcs e in diverse banche, tra cui Unicredit, Ubi banca, Mediobanca e Banca Leonardo.  
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video Economia



Vai al sito: Who's Who

Modifica consenso Cookie