Bce, con le nuove flessibilità sui conti, rischi per il Patto Ue

Nel bollettino mensile, più flessibilità Italia ma resta regola debito

 Le nuove linee guida della Commissione Ue che aumentano la flessibilità sui conti pubblici potrebbero "compromettere la finalità del braccio preventivo del Patto, ossia la costituzione di riserve nei periodi di congiuntura favorevole". Lo scrive la Bce: l'output gap "costituisce una variabile non osservabile soggetta, nel tempo, ad ampie revisioni".

A seguito delle nuove linee guida che consentono maggiore flessibilità sui conti pubblici, lo sforzo strutturale richiesto all'Italia "sarebbe dimezzato allo 0,25 per cento del Pil, pur ricordando che il rispetto della regola del debito è un requisito vincolante" del Patto di stabilità, sottolinea ancora la Bce nel bollettino mensile.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video Economia



Vai al sito: Who's Who

Modifica consenso Cookie