Babylon Berlin 3, il 1929 anno di svolta

Su Sky Atlantic e Now Tv dal 1 aprile alle 21.15

Nel 1929 Berlino è una città in pieno fermento. La Repubblica di Weimar si sta indebolendo sotto il peso dell'inflazione e della speculazione. La vita della città è divisa in due: da una parte la povertà dilagante, la fame, la paura; dall'altra lo sfarzo, le feste, il sesso, il lusso, la cultura che evolve. Debutta domani la terza stagione di Babylon Berlin (alle 21.15 su Sky Atlantic e in streaming su NOW TV), la serie Sky Original ambientata nella Germania a cavallo fra gli anni '20 e '30, al crepuscolo della Repubblica di Weimar.

E' stata già definita dai critici un gioiello per le sue ricostruzioni e ambientazioni: dai set, che ricostruiscono fedelmente la Berlino del 1929, ai costumi, ricreati in base a fotografie e filmati dell'epoca, passando per le acconciature dei personaggi e per gli oggetti di scena, ogni cosa ci riporta in un'epoca e in un luogo ormai lontani. Ritroviamo anche nei nuovi episodi Volker Bruch e Liv Lisa Fries nei panni del detective Gereon Rath e di Charlotte Ritter, che indagano su un misterioso omicidio in una Berlino che viveva di contraddizioni: tetra e ricchissima, misera e sfavillante allo stesso tempo, la società della capitale tedesca era la più avanzata e progressista dell'epoca, ma era minacciata dalle prime avvisaglie di un crescente estremismo e di una crisi economica che sarebbero entrati presto nei libri di storia. La nuova stagione debutterà domani mentre le prime due sono disponibili on demand (su Sky e NOW TV). Babylon Berlin è la serie più ambiziosa e fortunata delle produzioni televisive tedesche, nata dalla collaborazione fra Sky e Beta Film.

La terza stagione adatta il bestseller di Volker Kutscher 'La morte non fa rumore', edito da Feltrinelli, secondo volume della saga sull'ispettore Gereon Rath. Ispettore capo della squadra omicidi, Gereon Rath è un uomo serio, dedito al lavoro, dotato di gradissimo intuito con delle sfaccettature imprevedibili e un'inaspettata passione per il ballo. Ma non solo: è un veterano della prima guerra mondiale che soffre di Ptsd (disturbo da stress post traumatico) e che per tenere a bada i demoni del passato non esita a strafarsi di morfina. Rath possiede comunque una dose di empatia e gentilezza davvero notevole. Charlotte Ritter viene da una famiglia proletaria, è determinata e coraggiosa, disposta a tutto per raggiungere i propri obiettivi. Mentre a Berlino la cultura si evolve, la creatività esplode sullo sfondo grigio della città e vengono prodotti per la prima volta film sonori. Uno fra questi vede come protagonista Betty Winter, che viene tragicamente uccisa a causa della caduta di uno dei riflettori di scena. Ad investigare sarà proprio Gereon Rath, con l'aiuto di Charlotte. Dietro quello che poteva sembrare un semplice incidente si inizia a intravedere qualcosa di molto più grande, pericoloso, sporco. E quello della misteriosa morte della giovane attrice non sarà l'unico caso su cui indagare. Accanto ai protagonisti, nel cast figurano anche Lars Eidinger, Leonie Benesch, Benno Fürmann, Mišel Matičević, Hannah Herzsprung, Karl Markovics e Christian Friedel. La regia è di Henk Handloegten (Learning to Lie, An Old Maid), Achim von Borries (4 Days in May, Alone in Berlin) e Tom Tykwer (Lola Corre, Profumo, Cloud Atlas).Un po' poliziesco, un po' thriller, un po' intrigo politico e un po' noir, Babylon Berlin più che una storia è un insieme di storie, la trama è un po' complessa quindi si consiglia a chi non ha avuto modo o voglia farlo di vedere la serie dalla prima stagione. C'è tempo e variare genere non è in fondo così male stando a casa.

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA




        Modifica consenso Cookie