Teatro Valle, attivisti restano nel foyer

Soprintendenza ai Beni culturali, dopo 3 anni di occupazione

Gli attivisti del Valle resteranno nel foyer del teatro, senza occuparlo e senza dormirci, finche' "non arriveranno segnali positivi dalle istituzioni" nella trattativa sul futuro del Valle. Lo hanno annunciato in una conferenza stampa nel foyer del Valle, dopo essere usciti durante la notte dalla sala, dal palco e dai piani superiori del teatro. "Hanno staccato la luce in risposta alla nostra apertura nel mettere fine all'occupazione - ha detto Ilenia Caleo -. Attendiamo segnali positivi gia' nelle prossime ore".

Nel teatro è inoltre in corso un sopralluogo di funzionari della Soprintendenza ai Beni culturali, dopo 3 anni di occupazione tra la scorsa notte e stamani viene sgomberato dagli attivisti. Rappresentanti del dipartimento Cultura del Campidoglio e dell'assessorato alla Cultura, vengono guidati da alcuni occupanti all'interno del Valle, dove non c'e' corrente elettrica perche' a detta degli attivisti da oggi e' stata staccata. Con loro giornalisti, fotografi e operatori tv. Spetteranno alla Soprintendenza i lavori di messa a norma del Teatro.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA




Modifica consenso Cookie