Ad Angela Marsons il 68/o Bancarella

Con 'Le verità sepolte' (Newton Compton)

FIRENZE - La scrittrice britannica Angela Marsons, con 'Le verità sepolte' (Newton Compton), si è aggiudicata con 128 voti il 68/o premio Bancarella. In una piazza ancora ridimensionata dalle restrizioni Covid-19, che hanno per altro impedito alla vincitrice di presenziare a Pontremoli (Massa Carrara), si è svolto l'ultimo atto dell'edizione 2020 del Bancarella. Tutti presenti invece gli altri protagonisti della sestina: Stefano Ardito per 'Alpini.

Una grande storia di guerra e di pace' (Corbaccio), Francesco Carofiglio con 'L'estate dell'incanto' (Piemme), Desirèe Cognetti per 'Una storia che parla di te' (Dea Planeta), Franco Faggiani con 'Il guardiano della collina dei ciliegi' (Fazi Editore) e Piernicola Silvis con 'Gli illegali' (Sem Libri).

Durante lo spoglio delle schede dei librai pontremolesi e delle bancarelle ricordate anche "due personalità scomparse di recente: Roberto Gervaso, vincitore di due edizioni del premio Bancarella, nel 1967 con 'L'Italia dei Comuni' scritto a quattro mani con Indro Montanelli e nel 1973 con 'Cagliostro' e, Luigi Spagnol, libraio ed editore, scomparso nel mese di giugno".
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA




        Modifica consenso Cookie