A Barberis, Ballestra e Cucchi il premio Benedetto Croce

Serata il 24 luglio con lezione poi riconoscimenti il 25

ROMA - Nonostante il Covid 19, la XV edizione del Premio Nazionale di Cultura Benedetto Croce, non si è fermata. Quest'anno il Premio ha coinvolto 35 case editrici che hanno sottoposto ben 72 opere. Le 32 giurie popolari del Premio composte da 26 scuole superiori, due penitenziari, quello di Sulmona e di Pescara, tre università della libera età e l'Università di Chieti, durante la quarantena, hanno letto i libri in gara e collegati con i loro insegnanti da casa, hanno segnalato le loro preferenze alla giuria istituzionale del Premio Croce, La giuria istituzionale del Premio presieduta dalla scrittrice Dacia Maraini e composta dal Prof. Costantino Felice docente di Storia economica dell'Università di Pescara, dal Prof. Nicola Mattoscio docente e presidente di corso di laurea all'Università di Chieti, dal Prof. Luca Serianni accademico dei Lincei e della Crusca, dalla Prof.ssa Alessandra Tarquini docente di Storia contemporanea e di Storia dei sistemi, dei partiti e dei movimenti politici alla Sapienza Università di Roma, dal Prof. Michele Ainis, giurista, costituzionalista e componente dell'Autorità garante della concorrenza e del mercato e dalla Prof.ssa Emma Giammattei, storica e docente dell'Istituto Italiano per gli Studi Storici di Napoli, dopo aver valutato e discusso tutte le preferenze, hanno comunicato i nomi dei tre vincitori della XV edizione del Premio.

Per la saggistica vince Walter Barberis con il libro "Storia senza perdono" - Edizioni Einaudi; per la narrativa verrà premiata Silvia Ballestra con il libro "La nuova stagione" - Edizioni Bompiani e per la sezione letteratura giornalistica la vittoria va a "Il coraggio e l'amore" di Ilaria Cucchi e Fabio Anselmo, edito dalla Casa Editrice Rizzoli.

Il programma della XV edizione del Premio Croce prevede un dibattito nel pomeriggio di venerdì 24 su Benedetto Croce e Dante, alla vigilia del 700° anniversario della morte del poeta, parteciperanno i linguisti Luca Serianni e il Presidente onorario dell'Accademia della Crusca, Francesco Sabatini. Quest'anno il Premio alla Memoria sarà dedicato al filosofo Remo Bodei, scomparso lo scorso novembre. Alle ore 17 del 25 luglio 2020 il Presidente della Giuria Dacia Maraini coordinerà la premiazione della XV edizione del Premio Croce.

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA




        Modifica consenso Cookie