Ambra, il primo romanzo 'InFame'

In libreria per Rizzoli

 Ambra Angiolini debutta nella narrativa con 'InFame' (pp 224, euro 18) il suo primo romanzo, scritto in prima persona,  in libreria per Rizzoli. "Cosa voglio di più? Niente. Però tutto il niente del mondo perché anche del nulla ho fame, una fame insaziabile, una voragine che non riposa mai" dice Ambra nel libro.
    Attrice, cantante, conduttrice televisiva, Ambra, nata a Roma nel 1977, esplosa in tv con 'Non è la Rai' a inizio anni Novanta, racconta la fame, che è quella di vita ma anche quella fisica che può portare a disturbi come la bulimia.
    "Se per te l'amore è quello che manca e non quello che resta; se sei capace di mangiare otto gelati Cucciolone così velocemente da non riuscire nemmeno a leggere le barzellette disegnate sopra il biscotto; se nella vita non sei un fuoriclasse ma un fuoricoda, se per staccare col mondo hai bisogno di ipnotizzarti davanti alla Prova del Cuoco; se conosci a memoria la canzone de Il gatto puzzolone; se tra tutto quello che hai nel tuo armadio scegli sempre lo stesso pantalone da almeno cinque anni; se sei un maniaco dell'igiene specialmente di quella del bagno. Se dentro di te c'è Lei; se trovi che Elettra sia un bel nome a cui dare la colpa di tutto, se ogni tanto hai la testa abitata da una scimmietta che suona piattini o da criceti che girano nella ruota e soprattutto... se anche la tua pancia pensa, piange, ama più della testa e del cuore, allora... questa è anche la tua storia..." scrive in 'InFame'. (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA




        Modifica consenso Cookie