Surreale e horror, a Doninelli e Sgardoli lo Strega Ragazzi

La cerimonia alla Fiera del Libro per Ragazzi di Bologna

Vincono due autori italiani, con due storie ambientate all'estero, la quarta edizione del Premio Strega Ragazze e Ragazzi. Luca Doninelli, per la categoria dai 6 ai 10 anni, con 16 voti su 40 espressi per 'Tre casi per l'investigator Wickson Alieni' (Bompiani), ci porta in una Londra surreale, e Guido Sgardoli con 'The Stone. La settima pietra' (Piemme), per la categoria dagli 11 ai 15 anni, con 150 voti su 474, ci fa immergere nelle atmosfere gotico-irlandesi dell'immaginaria Levermore. Due libri speciali nel panorama della letteratura per bambini e ragazzi premiati, come è ormai consuetudine, alla Fiera Internazionale del Libro per Ragazzi di Bologna, in una cerimonia condotta da Loredana Lipperini.

"Il segreto dell'investigatore Alieni è che è stato creato dai bambini, perché solo i bambini hanno il genio di inventare un personaggio incredibile. E' invisibile perché non lo guarda nessuno e questo accade perché è una persona normale. Inoltre è sempre spostato un po' a destra e rimane così sempre fuori dal campo visivo" spiega all'ANSA Doninelli che dai dialoghi, incontri e giochi con i nipoti e i loro amici si è ritrovato con un materiale narrativo così straordinario che "ha dovuto scrivere questa storia. Le illustrazioni sono di mia nipote, Nicole Donaldson, che ora non è più una bambina" spiega lo scrittore, prestato occasionalmente alla letteratura per ragazzi che nel libro racconta tre avventure londinesi tra le nebbie di novembre, gli ombrelli, furti di aringhe e un investigatore che risolve casi surreali come il furto delle nuvole di Londra. Accanto a lui sul palco a sorpresa, la Premio Strega 2018 Helena Janeczek che sottolinea: "Doninelli è un grande scrittore per adulti e piccoli ed è bellissimo che venga premiato da così tanti con così grande entusiasmo". Sgardoli in 'The Stone. La settima pietra' ci fa vivere le avventure, tra l'horror e il thriller, di quattro amici che fanno i conti con morti sospette, incendi e apparizioni a partire da una pietra con delle strane incisioni.

"E' il libro di avventura e paura che avrei voluto leggere a 12-13 anni. Un adolescente che aveva voglia di mistero, paura e amicizia. E' forse questo il segreto per cui ha incontrato il favore dei ragazzi" spiega Sgardoli, autore di oltre 100 libri, e cacciatore di siti megalitici, che non si aspettava di vincere. "I ragazzi hanno trovato probabilmente un libro che cercavano e che non assomiglia a nessun altro romanzo young adult italiano, con atmosfere alla Stephen King, un thriller che diventa horror scritto apposta per i ragazzi" racconta Sgardoli che ha ringraziato il suo editore per "aver creduto nella storia" e la rete di colleghi e amici di Book on a tree, fondata da Pierdomenico Baccalario, anche lui tra i finalisti di questa edizione nella sezione +11, con cui Sgardoli "divide idealmente il premio". "E' finita l'epoca - dice - dello scrittore in cima alla montagna. E' il momento di fare rete".

Doninelli dedica il suo premio ai bambini e va oltre le divisioni tra letteratura per ragazzi e adulti, sottolineando che "i libri sono libri, ci sono quelli belli e i non libri. I quattro grandi della letteratura italiana sono la Divina Commedia, il Furioso, i Promessi Sposi e Pinocchio". Nell'assegnazione del riconoscimento sono coinvolti studenti da 110 scuole e biblioteche in Italia e all'estero. "L'obiettivo - ha spiegato alla cerimonia il direttore della Fondazione Bellonci, Stefano Petrocchi, "è crescere ancora nelle scuole. Vorremmo che gli autori vincitori e finalisti si facessero ambasciatori di questo premio, supportati dalla nostra organizzazione". Giovanni Solimine, presidente della Fondazione Bellonci e del Comitato scientifico che ha premiato Anna Becchi per la traduzione del libro finalista 'Come ho scritto un libro per caso' (La Nuova Frontiera Junior) di Annet Huizing, ha sottolineato che "la tenuta della letteratura e alcuni segni di crescita e vitalità sono un segnale importante e il merito è dei ragazzi che continuano a credere nei libri e nella lettura". Assegnati anche i due premi speciali di BPER Banca andati per la migliore attività di lettura alla Scuola Primaria Alberto Manzi di Roma e all'alunna Giulia Travaglini, della Scuola secondaria di primo grado Rolandino de' Passeggeri di Bologna, per la migliore recensione. Doninelli e Sgardoli saranno al Salone del Libro di Torino il 9 maggio.

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA




      Modifica consenso Cookie