Cultura

Giorno Memoria: gli eventi in ricordo della Shoah

A 80 anni da leggi razziali, focus su responsabilità italiane

Ottanta anni sono passati dall'emanazione nel 1938 delle leggi razziali in Italia. Nelle iniziative del Comitato di coordinamento per le celebrazioni in ricordo della Shoah dedicate al Giorno della Memoria del 27 gennaio e presentate a Palazzo Chigi nei giorni scorsi sono numerosi gli eventi che ricordano la tragedia dell'Olocausto, con un particolare sguardo proprio agli aspetti normativi e amministrativi e alle responsabilità di quanti nel nostro Paese permisero l'abominio della discriminazione antisemita.

Inoltre nel 2018 l'Italia presiederà l'International Holocaust Remembrance Alliance (IHRA), l'Alleanza tra Stati fondata nel 1998 per promuovere l'educazione, il ricordo e la ricerca sull'Olocausto.

Torna anche quest'anno il tradizionale Viaggio della Memoria, organizzato dal 21 al 23 gennaio dal Miur e dall'Ucei a Cracovia e Auschwitz-Birkenau per i ragazzi delle scuole.

A Napoli c'è la mostra '1938-1945. La persecuzione degli Ebrei in Italia. Documenti per una storia', a cura del Centro di Documentazione Ebraica Contemporanea di Milano, allestita presso la Camera di Commercio: nel percorso espositivo, oltre alle testimonianze della presenza ebraica in città, anche la progressione delle campagne antisemite promosse dal regime fascista e culminate, a partire dal settembre 1943, nella pianificazione degli arresti e delle deportazioni.

Ieri a Milano (cineteca Oberdan) e oggi a Roma (Teatro Eliseo) è organizzato l'evento 'La questione del negazionismo: dalla Shoah a Internet': in programma la proiezione del film 'Denial - La verità negata' di Mick Jackson, a cui seguirà un dibattito sui temi del negazionismo e sulla diffusione di razzismo e fake news nel dark web.

Sempre a Roma, presso il Chiostro del Convento di Santa Maria sopra Minerva, si svolge il convegno 'La vera legalità - Dal '38 ad ottant'anni dall'emanazione dei provvedimenti per la tutela della razza' che riflette e indaga le corresponsabilità di varia natura - legali, morali, storiche - nell'emanazione, l'esecuzione e l'applicazione delle leggi razziali.

Sempre nella Capitale, al Quirinale saranno premiati i ragazzi che hanno partecipato al concorso I giovani ricordano la Shoah, alla presenza del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella. Grande evento il 27 e 28 gennaio dal titolo La Shoah dell'arte che si tiene in contemporanea in alcuni musei, gallerie e teatri d'Italia: al centro del progetto l'arte in tutte le sue forme, quella osteggiata dal Nazismo, quella dei testimoni dello sterminio e quella contemporanea che oggi riflette sull'Olocausto.

Il 27 gennaio, presso il Conservatorio G. Verdi va in scena lo spettacolo 'Destinatario Sconosciuto' di Katherine Kressmann-Taylor, mentre a Bologna il 28 gennaio si corre per la Memoria verso il futuro con 'Run For Mem', due percorsi (uno di 12 km l'altro di cinque) che partono dal Memoriale della Shoah.

    Di nuovo a Roma il 29 gennaio, presso il Ministero degli Esteri, dove è in programma la Conferenza Internazionale di Roma sul tema della Responsabilità di Stati, Istituzioni e Individui nella lotta all'Antisemitismo nell'area OSCE. Inoltre, la Fondazione Museo della Shoah onlus allestisce presso la Casina dei Vallati di Roma due mostre legate agli ottanta anni delle leggi razziali. La prima, '1938 - La Storia', inaugurata a ottobre scorso e in programma fino a marzo, approfondisce il periodo di persecuzione dei diritti dell'Italia fascista che travolse ogni aspetto delle vite degli ebrei italiani; la seconda, '1938 - La Memoria', in programma dalla primavera all'autunno, si focalizza sulle biografie delle vittime (singoli/famiglie/gruppi). 
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA




Modifica consenso Cookie