• Formare giovani per riavvicinarli alla politica del ventunesimo secolo

Formare giovani per riavvicinarli alla politica del ventunesimo secolo

Aperto il bando per la seconda edizione della Scuola Politica 'Vivere nella Comunità'

Sei mesi di lezioni, 50 docenti per più di 100 ore di alta formazione interdisciplinare e apartititica. Sono i numeri della prima edizione della Scuola Politica 'Vivere nella Comunità', nata da un'idea di Pellegrino Capaldo, Marcello Presicci e Paolo Boccardelli, insieme a Sabino Cassese, Gabriele Galateri, Bernardo Giorgio Mattarella, Bianca Farina, Stefano Lucchini, Massimo Lapucci e Giulio Anselmi

Le lezioni hanno spaziato dalla politica all’economia, dall’ambiente al digitale, dalla geopolitica alla comunicazione e dalla salute al lavoro. 

 

Secondo gli organizzatori, la rappresentanza politica e i tradizionali partiti politici "sembrano essere in crisi, una crisi non solo legata ai valori proposti ma anche e soprattutto ai livelli di competenza e preparazione dei propri rappresentanti. Vogliamo formare e sostenere giovani figure utili al Paese, al di là di qualsiasi schieramento politico"

L’iniziativa formativa della Scuola Politica, gratuita grazie al sostegno economico delle imprese e delle fondazioni coinvolte ha come obiettivo quello di contribuire al dibattito civile e politico, elaborando attraverso i suoi partecipanti e i docenti, analisi sulle problematiche che riguardano l'Italia. Oltre a formare gli studenti, si vuole individuare attraverso un ciclo di incontri promossi dal supervisory board, delle linee guida utili al mondo istituzionale, finanziario e politico. Il prossimo 3 giugno si terrà un seminario dal titolo 'PNRR e Recovery Fund. Come rilanciare il Paese?'.

'Siamo molto soddisfatti della prima edizione avviata durante l’anno della pandemia – ha detto il segretario generale Marcello Presicci -. Con spirito di servizio abbiamo formato 30 giovani mettendoli in contatto con dei docenti straordinari, sostenendo gratuitamente il loro percorso di crescita formativa in un momento storico complesso. Come ha affermato il presidente del Consiglio Mario Draghi serve investire nell’istruzione e nei giovani. Sono due settori essenziali per la crescita del nostro Paese. Noi facciamo questo'.

La prossima edizione della Scuola Politica prenderà il via il 19 prossimo novembre. I requisiti per partecipare alla selezione sono nel bando consultabile sul sito www.scuolapoliticanuovomillennio.it

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA




Modifica consenso Cookie