Quattordici avvisi di garanzia per il bambino morto nel pozzo

L'ipotesi di reato è di omicidio colposo. Lunedì sarà fatta l'autopsia

Sono 14 gli avvisi di garanzia che la Procura della Repubblica di Gorizia sta notificando oggi ad altrettanti indagati, per l'ipotesi di reato di omicidio colposo, nell'inchiesta sulla morte del bambino caduto in un pozzo del parco Coronini-Cronberg, nel capoluogo isontino.

Secondo quanto riferisce la magistratura goriziana, si tratta di personale e responsabili del centro estivo che il dodicenne stava frequentando, e dei vertici della Fondazione Coronini-Cronberg, proprietaria della struttura.

Le notifiche - si è appreso a Gorizia - sono in particolare finalizzate allo svolgimento dell'autopsia sul ragazzino, che è stata fissata per lunedì prossimo e che verrà eseguita dal prof. Carlo Moreschi. Gli indagati avranno così la possibilità di nominare propri periti per assistere all'atto irripetibile.

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA




      Modifica consenso Cookie