Uccise in "tempesta emotiva", tenta il suicidio in carcere

L'uomo è ricoverato in gravi condizioni nel reparto rianimazione dell'ospedale di Ferrara. Michele Castaldo è reo confesso dell'omicidio della ex compagna Olga Matei

E' ricoverato in gravi condizioni nel reparto di rianimazione dell'ospedale di Ferrara, dopo aver tentato il suicidio in carcere, Michele Castaldo, l'uomo di 57 anni, reo confesso dell'omicidio della ex compagna Olga Matei, il cui caso aveva fatto discutere per il dimezzamento della pena in appello con una sentenza che ha concesso le attenuanti anche per la 'tempesta emotiva' determinata dalla gelosia. L'uomo era detenuto in carcere a Ferrara.
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA




      Modifica consenso Cookie