Sisma&Ricostruzione

Terremoto: Gruppo Pd, caro materie prime frena ricostruzione

Consiglieri Marche e segretario dem, rivedere prezzario cratere

(ANSA) - ANCONA, 22 GIU - Il Gruppo assembleare Pd Marche lancia l'allarme sull'aumento dei prezzi delle materie prime che può frenare la ricostruzione post sisma. "L'esponenziale aumento dei prezzi dei materiali da costruzione verificatosi negli ultimi mesi - scrive in una nota - rischia di rallentare pesantemente la ricostruzione privata nei territori colpiti dal sisma, vanificando così il grande lavoro svolto dal commissario Giovanni Legnini per semplificare le procedure amministrative e far partire i cantieri". Il Gruppo dem raccoglie l'appello lanciato dallo stesso Legnini e dalle imprese del settore edile, e chiede al governo di rivedere il "Prezzario unico del cratere" e di "emanare un provvedimento normativo che renda possibile da subito l'adeguamento dei prezzi, anche per coloro che hanno già ottenuto il contributo pubblico e avviato i lavori". "A seguito del forte rialzo dei prezzi - aggiunge il segretario regionale Pd Giovanni Gostoli - in particolar modo di alcuni materiali come ferro, legno e calcestruzzo, è urgente rivedere con celerità il "Prezzario" per la ricostruzione nelle aree colpite dal terremoto che allo stato attuale risulta inadeguato. Inoltre, risulta di fondamentale importanza che parallelamente alla modifica del prezzario venga fatta la modifica al testo di legge per aumentare di pari importo anche il costo convenzionale spettante ai richiedenti, al fine di evitare eventuali rischi di accollo da parte dei proprietari degli immobili danneggiati dal sisma". (ANSA).
RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA




Modifica consenso Cookie