Terremoto: Carfagna, per mio primo Cis priorità al sisma

Legnini, apripista a strategia più vasta rilancio Centro Italia

(ANSA) - ANCONA, 28 APR - "Non è casuale la scelta delle aree terremotate del Centro Italia per il primo Cis della mia esperienza come ministro del Sud e della Coesione territoriale", ha detto il ministro Mara Carfagna, dopo il varo del Contratto Istituzionale di Sviluppo per il cratere sismico del Centro Italia. "Ho ritenuto un dovere dare priorità a una delle aree italiane più fragili ed esposte alla crisi - ha spiegato -, non per loro demerito ma per le conseguenze di una catastrofe naturale che tutta Italia ricorda ancora con angoscia". "Intendo portare a termine l'iter del Contratto entro l'estate - ha detto ancora il ministro -. Renderà disponibile un totale di 160 milioni di euro per interventi sulla riqualificazione urbana, i trasporti, le infrastrutture sociali, la cultura, il turismo, l'ambiente. Cinque anni dopo il sisma, puntiamo a offrire ai cittadini e alle cittadine, ai giovani, alle famiglie, una concreta alternativa all'emigrazione o alla dipendenza dall'assistenza pubblica, in osservanza del principio-guida che spero ispiri tutti in questo difficile momento: creare le condizioni perché nessuno resti indietro", ha concluso Carfagna. "Ringrazio sentitamente il ministro Carfagna che ha voluto attivare immediatamente il Contratto istituzionale di sviluppo con cui, ora che la ricostruzione materiale del Centro Italia è ben avviata, cominciamo a realizzare la seconda gamba, essenziale per la ripresa dell'economia di questi territori, quella dello sviluppo, che finora è mancata", ha dichiarato il commissario alla ricostruzione Giovanni Legnini. "Il Cis ed i suoi meccanismi - ha aggiunto - peraltro, faranno da apripista alla definizione di una strategia più vasta di rilancio del Centro Italia con l'attivazione delle ingenti risorse previste nel Piano nazionale di ripresa e resilienza, ed ora confluite nel Fondo complementare da 30 miliardi che affiancherà il Recovery Fund". (ANSA).
RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA




Modifica consenso Cookie