Terremoto: nonna Peppina potrà ricostruire casa a Fiastra

Legnini, ok concessione per contributo, lavori possono iniziare

(ANSA) - ANCONA, 30 OTT - Nonna Peppina, simbolo della resilienza dei terremotati del Centro Italia, ha ottenuto il decreto di concessione che le permetterà di avere il contributo per ricostruire la propria casa distrutta dal sisma del 2016. La conferma arriva stamani dal commissario straordinario alla ricostruzione post sisma, Giovanni Legnini, nel corso della videoconferenza stampa, in cui è stato fatto il punto della situazione a 4 anni dagli eventi catastrofici che sconquassarono interi paesi. "L'inizio dei lavori per la ricostruzione della casa di nonna Peppina a questo punto dipendono solamente dalla ditta incaricata, teoricamente potrebbero iniziare anche domani mattina", ha spiegato Legnini. Nel giugno scorso il commissario aveva fatto visita alla nonna di 97 anni, recandosi nella sua casetta di legno costruita nella frazione di Moreggini di Fiastra, Comune dell'Appennino marchigiano, in provincia di Macerata. In quell'occasione Legnini aveva rassicurato Peppina, promettendole che la ricostruzione della sua casa e delle altre migliaia del "cratere" si sarebbe fatta. Nonna Peppina, subito dopo gli eventi sismici del 2016, fu al centro di una forte polemica per il sequestro disposto dalla magistratura della sua casa temporanea, ritenuta un abuso edilizio, che la costrinse a lasciare la terra dove era nata e cresciuta. Nei mesi successivi a Peppina venne concesso di tornare nella casetta e adesso attende che la sua vera abitazione venga ricostruita. (ANSA).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA




Modifica consenso Cookie