Arquata, proposte per velocizzare iter

Lettera Comune-associazioni-comitati a Governo e Parlamento

(ANSA) - ARQUATA DEL TRONTO, 11 GIU - Con una lettera appello alle istituzioni, il Comune di Arquata del Tronto (Ascoli Piceno) e le associazioni e i comitati presenti sul suo territorio hanno avanzato a Parlamento e Governo alcune proposte per avviare e velocizzare la ricostruzione, anche economica e sociale, del Centro Italia colpito dal terremoto del 2016. Tra le priorità indicate, Sisma bonus ed ecobonus al 110% anche per le seconde case nel "primo cratere", con un'estensione temporale al 2025/26 che ne consenta il reale utilizzo anche nelle zone perimetrate. E' stata chiesta anche l'istituzione di una Zona a fiscalità privilegiata per il "primo cratere" e la stabilizzazione per gli assunti a tempo determinato con i fondi del terremoto. I promotori dell'iniziativa ritengono necessario un iter semplificato per il finanziamento e la realizzazione delle opere pubbliche e lo sblocco della rimozione macerie. Alla Soprintendenza Archeologia Belle Arti e Paesaggio delle Marche viene richiesta l'emanazione di linee guida per la ricostruzione. L'iniziativa è ritenuta dagli stessi scriventi "di grande valore, non solo simbolico". Tra i destinatari della lettera, il presidente del Consiglio, i ministri dell'Economia, delle Infrastrutture, dell'Ambiente, degli Affari regionali, della Pubblica amministrazione, il Commissario per la ricostruzione e il capo della Protezione civile. (ANSA).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA




Modifica consenso Cookie