Fase 2: consulenti, vademecum ripresa 'sicura' negli studi

Titolare può 'sanificare' ambienti, a casa con 37,5 di febbre

Redazione ANSA ROMA

(ANSA) - ROMA, 06 MAG - Il titolare di studio "può adempiere direttamente al processo di sanificazione" degli ambienti di lavoro, usando disinfettanti comuni come "candeggina, etanolo ed acqua ossigenata" ed il processo è "sempre a suo carico". Al tempo stesso, il dipendente con febbre oltre 37,5 gradi ha l'obbligo di restare presso il proprio domicilio, e se lo studio resta chiuso al pubblico non vi è vincolo di dotarsi di dispositivi di prevenzione del contagio, o barriere in plexiglass. Sono alcune delle domande cui la Fondazione studi dei consulenti del lavoro ha dato risposta, e che costuiscono una sorta di 'vademecum' per la 'fase 2' di attività degli studi professionali degli appartenenti alla categoria. (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Archiviato in


    Modifica consenso Cookie