PMI

  1. ANSA.it
  2. Pianeta Camere (di commercio)
  3. Igf Forum Italia 2022, importanza di infrastrutture immateriali

Igf Forum Italia 2022, importanza di infrastrutture immateriali

Loggia Mercanti Ancona, aperta due giorni di panel e confronto

(ANSA) - ANCONA, 18 NOV - Loggia dei Mercanti ad Ancona gremita e mille partecipanti on line per l'apertura dell'Igf Forum Italia 2022 (Internet Governance Forum) organizzata dalla Camera di Commercio delle Marche, in collaborazione con l'Università Politecnica delle Marche. Una due giorni di riflessione, fino a domani, su cybersicurezza, crescita digitale delle imprese, big data, potenzialità dell'intelligenza artificiale, digital divide, cambiamenti nel mondo del lavoro, informatizzazione delle pubbliche amministrazioni, open data e evoluzioni del concetto di cittadinanza digitale.
    Igf Italia (circa 60 aderenti tra enti, aziende e associazioni) è il luogo d'incontro multilaterale e 'multi-stakeholder' promosso dalle Nazioni Unite sin dal 2006 per rendere internet sempre più a misura di persona e di cittadino. L'obiettivo dell'associazione è strutturare progetti e proposte in materia di policy e regolazione per migliorare il governo italiano e globale della rete, grazie all'ampia partecipazione dei più importanti stakeholder scientifici, tecnici, economici e istituzionali. Sono presenti ad Ancona, tra gli altri, Agid, Anac, Agcom, Unioncamere, Cnr, Garante privacy, Agenzia per la Cybersicurezza Nazionale, Meta, Amazon, Tik Tok, General Electrics, HPE, Windtre, Tim, Leonardo.
    I risultati della densa due giorni marchigiana alimenteranno poi la discussione durante il 17/o Igf - Internet Governance Forum globale dell'Onu, previsto ad Addis Abeba, in Etiopia, dal 28 novembre al 2 dicembre. Secondo lo studio del Pid-Osserva, Osservatorio nazionale dei Punti impresa digitale delle Camere di commercio di Unioncamere-Dintec, negli ultimi quattro anni la cybersicurezza risulta essere l'obiettivo tecnologico in testa agli impegni di spesa, con un incremento del 9,05% nel periodo 2018-2021, persino più dell'e-commerce (8,95%), dei sistemi di pagamento mobile internet (8,13%) e del cloud (7,64%).
    "La nostra missione è contribuire a rendere internet un luogo democratico, sicuro, in grado di farci crescere e di aiutarci a difendere i nostri diritti", spiega il presidente di Igf Italia, Mattia Fantinati. "Siamo onorati di ospitare l'evento Igf Italia 2022", dichiara Gino Sabatini, Presidente della Camera di Commercio delle Marche. "La nostra regione sembra aver subito più di altre gli effetti delle crisi che si sono succedute negli ultimi 14 anni dagli shock economico-finanziari, alla pandemia, ed anche alle calamità naturali; - conclude - ma le Marche sono una regione vitale, e connotata da elevata vocazione imprenditoriale, da forte senso di coesione e inclusione sociale. Con l'azione del nostro Punto impresa digitale siamo già attivi e riferimento per l'assistenza alle imprese nelle sfide dell'innovazione".
    Il governatore Francesco Acquaroli ha parlato dei limiti infrastrutturali delle Marche, "autostradali, ferroviarie, aeroportuali, che rallentano movimenti e connessioni materiali, cui si sta lavorando consapevoli che non si tratta di un percorso breve". Le infrastrutture immateriali "non sono meno urgenti e sono necessarie a imprese, giovani, a tutti gli attori dello sviluppo del territorio. Sfida digitale può essere affrontata in modo relativamente agile e veloce purché la si affronti in forma aggregata", ha concluso. Infine, il rettore della Politecnica Marche Gregori ha posto l'accento sulle competenze digitali "che rinnovano le professioni e sono sempre più richieste per i processi di creazione di valore delle imprese, e non riguardano solo i lavori digitali in senso stretto, ma sono richieste per tutti le professioni, tanto da ridefinirne ruoli, mansioni e routine". (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Vai al sito: ANSA Professioni

Modifica consenso Cookie